Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News 2017

Il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Autorità competente italiana in materia di trasporto marittimo, ha emanato la Circolare Dirigenziale n. 133/2017 relativa alla dichiarazione della VGM (Verified Gross Mass). La nuova Circolare ha abrogato la precedente di pari oggetto (n. 125/2016) ed è il nuovo riferimento per tutti gli anelli della catena del trasporto marittimo in merito alla definizione delle responsabilità legate all'acquisizione ed alla comunicazione della VGM. Contiene, inoltre, come annesso un modello proposto di Shipping document da utilizzarsi per la comunicazione di tale dato.

E' stata pubblicata la Rettifica del regolamento (UE) 2017/776 della Commissione, del 4 maggio 2017, (G.U. dell'Unione Europea L166 del 29/06/2017) recante modifica, ai fini dell'adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele. In particolare è modificata la "Nota 9" relativa alla classificazione come mutageno.

Candidate List: aggiunta 1 nuova sostanza

ECHA ha aggiornato la Candidate List con l'inserimento di 1 nuova sostanza riconosciuta come altamente problematica (SVHC) e la modifica di altre 5 voci già presenti nella lista.

La Candidate List attualmente contiene 174 sostanze.
Nella tabella sotto sono riportate la sostanza aggiunta e quelle modificate nella Candidate list il 7 luglio 2017 nonché il motivo della loro inclusione e un esempio di uso:

Substance name EC number CAS number Reason for inclusion
Examples of use(s)
Perfluorohexane-1-sulfonic acid and its salts (PFHxS) - - vPvB (Article 57e); Not yet registered under REACH. May be used as a plasticiser, lubricant, surfactant, wetting agent, corrosion inhibitor and in fire-fighting foams.
4,4’-isopropylidenediphenol (bisphenol A; BPA) 201-245-8 80-05-7 Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) Manufacture of polycarbonate, as a hardener for epoxy resins, as an anti-oxidant for processing PVC and in thermal paper production.
Benzyl butyl phthalate (BBP) 201-622-7 85-68-7 Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) Adhesives, sealants and coating products.
Bis(2-ethylhexyl) phthalate (DEHP) 204-211-0 117-81-7 Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) Used as a plasticiser in polymers, such as PVC.
Dibutyl phthalate (DBP) 201-557-4 84-74-2 Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) Used as a plasticiser in polymers, such as PVC.
Diisobutyl phthalate (DIBP) 201-553-2 84-69-5 Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) Coating products, fillers, putties, plasters, modelling clay and polymers.

 Si ricorda che gli obblighi di legge previsti per le aziende in seguito all'inserimento delle sostanze in candidate list si riferiscono alle sostanze da sole, nelle miscele o contenute in articoli.
In particolare i produttori e gli importatori di articoli contenenti le sostanze SVHC sopra elencate hanno a disposizione fino al 7 gennaio 2018 per effettuare la notifica all'ECHA se sono pertinenti le seguenti due condizioni:

  • la sostanza è contenuta in tali articoli in quantitativi superiori a una tonnellata all'anno per produttore o importatore e
  • la sostanza è contenuta in tali articoli in concentrazione superiore allo 0,1% in peso.

Ci sono esenzioni dall'obbligo di notifica se la sostanza è già registrata per l'uso o quando è possibile escludere l'esposizione.
Come previsto dal regolamento REACH, sarà seguita una procedura specifica per decidere se le sostanze dovranno essere incluse anche nell'elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione (allegato XIV del regolamento REACH).

Ispezioni REACH REF-7: obblighi di registrazione e registrazione di intermedi al centro del mirino

Partirà nel 2019 il REACH Enforcement Project REF-7, finalizzato a verificare il rispetto generale degli obblighi di registrazione e, in particolare, delle condizioni per definire una sostanza registrabile come intermedio.
Nel controllo degli obblighi di registrazione, gli ispettori collaboreranno anche con le autorità doganali per garantire un'adeguata verifica in caso di importazione.

Il Forum ha anche deciso di condurre un terzo progetto pilota sull'autorizzazione nel 2019. Questo terzo progetto sarà incentrato sulle sostanze soggette ad autorizzazione come i cromati e il cromo VI. Gli ispettori verificheranno se le aziende che utilizzano o immettono tali sostanze sul mercato hanno l'autorizzazione richiesta.

Guide ECHA

Si segnala che è disponibile:

Biocidi: pareri su principi attivi

Durante l'ultimo incontro il Comitato sui prodotti biocidi (BPC) ha adottato pareri sulle seguenti sostanze attive e tipi di prodotto (PT):

  • MBIT per product-type 6
  • Imiprothrin per product-type 18
  • Reaction products of para-formaldehyde and 2-hydroxy-propylamine (ratio 3:2) per product-types 2, 6, 11, 12 e 13
  • Reaction products of para-formaldehyde and 2-hydroxy-propylamine (ratio 1:1) per product-types 2, 6, 11 e 13.

Proposta di restrizione: richiesta di commenti

ECHA richiede alle parti interessate di inviare le proprie osservazioni e presentare prove relativamente a:

Name EC number CAS number Deadline for provinding input
Subject of the call
Cobalt(II) sulphate; Cobalt dichloride; Cobalt(II) dinitrate; Cobalt(II) carbonate; Cobalt(II) diacetate 233-334-2 231-589-4 233-402-1 208-169-4 200-755-8 10124-43-3 7646-79-9 10141-05-6 513-79-1 71-48-7 28/09/2017 To identify the conditions of use of the five cobalt salts that may give rise to exposure to industrial and professional workers (specifically for those uses identified as intermediates by the REACH registrants), potential alternatives available, and relevant socio-economic information for the preparation of an Annex XV restriction dossier.
Lead in jewellery 231-100-4 7439-92-1 22/08/2017 Call for evidence to identify information necessary to review the current restriction on lead in Jewellery (Commission Regulation (EU) No 836/2012), specifically related to alternatives for the derogated articles and a possible migration limit.

 

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulle proposte di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Name EC number CAS number Hadard classes open
for commenting
Start of consultation
Deadline for
commenting 
2-methyl-1,2-benzothiazol-3(2H)-one; [MBIT] - 2527-66-4 Physical hazards;
Health hazards; Environmental hazards
19/07/2017 04/09/2017
butanone oxime; ethyl methyl ketoxime; ethyl methyl ketone oxime 202-496-6 96-29-7 Acute toxicity
Skin corrosion/irritation Serious eye damage/eye irritation
Skin sensitisation Carcinogenicity
Specific target organ toxicity - single exposure
19/07/2017 04/09/2017
glyoxylic acid …% 206-058-5 298-12-4 Skin corrosion/irritation Serious eye damage/eye irritation Skin sensitisation 19/07/2017 04/09/2017
pymetrozine (ISO); (E)-4,5-dihydro-6-methyl-4-(3-pyridylmethyleneamino)-1,2,4-triazin-3(2H)-one - 123312-89-0 Carcinogenicity
Reproductive toxicity
Environmental hazards
19/07/2017 04/09/2017
tribenuron-methyl (ISO); methyl 2-[N-(4-methoxy-6-methyl-1,3,5-triazin-2-yl)-N-methylcarbamoylsulfamoyl]benzoate 401-190-1 101200-48-0

Flammable solids
Pyrophoric solids
Substance or mixture which in contact with water emits Health hazards except respiratory sensitisation and Aspiration hazard. Environmental hazards (except hazardous to the ozone layer)

19/07/2017 04/09/2017

 

CSR: ECHA aggiorna l'esempio illustrativo

Sulla base delle esperienze raccolte negli ultimi anni ECHA ha aggiornato l'esempio di CSR (Relazione sulla Sicurezza Chimica - Chemical Safety Report) pubblicato nel maggio del 2012. 

Consultazione pubblica su principi attivi biocidi

Lanciata da ECHA la consultazione pubblica sulla seguente sostanza attiva come potenziale candidata alla sostituzione ai sensi del regolamento sui biocidi:

Name Product type EC number CAS number Start date for
providing information
Deadline for
providing information
Cholecalciferol
(Vitamin D3)
14 200-673-2 67-97-0 17/07/2017 15/09/2017

 

E' stato pubblicato il Decreto Legislativo 16 giugno 2017, n. 106 (GU n.159 del 10-7-2017) recante l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 305/2011, che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE.

Allegati al Decreto:
Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D - Allegato D II

Segnaliamo la pubblicazione dell'Addendum al manuale DGR IATA che apporta alcune modifiche alla 58ma Edizione attualmente in vigore, alle quali gli utenti devono uniformarsi da subito.
Oggetto delle modifiche sono in larga parte le State ed Operator Variation.

Si segnala la pubblicazione della sintesi delle decisioni della Commissione europea relative alle autorizzazioni all’immissione sul mercato per l’uso e/o all’uso di sostanze elencate nell’allegato XIV del regolamento REACH, in particolare la sostanza in questione è il Dicromato di potassio (G.U. dell'Unione Europea C196 del 20/06/2017).

Sulla G.U. dell'Unione Europea L120 del 11/05/2017 sono stati pubblicati:

  • Regolamento di Esecuzione (UE) 2017/794 della Commissione del 10 maggio 2017 che approva il diossido di silicio Kieselgur come principio attivo esistente ai fini del suo uso nei biocidi del tipo di prodotto 18;
  • Regolamento di Esecuzione (UE) 2017/795 della Commissione del 10 maggio 2017 che approva il diossido di silicio amorfo sintetico pirogenico, nano, trattato in superficie come principio attivo esistente ai fini del suo uso nei biocidi del tipo di prodotto 18;
  • Regolamento di Esecuzione (UE) 2017/796 della Commissione del 10 maggio 2017 che approva il diclofluanide come principio attivo esistente ai fini del suo uso nei biocidi del tipo di prodotto 21.

E' stata pubblicata sul sito dell'UNECE la nota C.N.345.2017.TREATIES-XI.B.14 con la quale sono proposte delle correzioni all'allegato A e B dell'Accordo ADR. Eventuali obiezioni alle proposte di correzione dovranno essere comunicate entro il 3 ottobre 2017, dopo tale data se non ci saranno state obiezioni le correzioni saranno approvate ed entreranno in vigore il 3 gennaio 2018.
Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in greco conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR.

Si segnala la pubblicazione della sintesi delle decisioni della Commissione europea relative alle autorizzazioni all'immissione sul mercato per l'uso e/o all'uso di sostanze elencate nell'allegato XIV del regolamento REACH, in particolare le sostanze in questione sono:

  • il Dicromato di ammonio (G.U. dell'Unione Europea C174 del 01/06/2017)
  • il Dicromato di sodio per le aziende:

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/821 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L130 del 19/05/2017) che stabilisce obblighi in materia di dovere di diligenza nella catena di approvvigionamento per gli importatori dell'Unione di stagno, tantalio e tungsteno, dei loro minerali, e di oro, originari di zone di conflitto o ad alto rischio

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/997 del Consiglio dell'8 giugno 2017 (G.U. dell'Unione Europea L150 del 14/06/2017) che modifica l'allegato III della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda la caratteristica di pericolo HP 14 «Ecotossico».

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/1000 della Commissione del 13 giugno 2017 (G.U. dell'Unione Europea L150 del 14/06/2017) che modifica l'allegato XVII del regolamento REACH introducendo restrizioni per l'acido perfluoroottanoico (PFOA), i suoi sali e le sostanze correlate al PFOA.

SVHC: aggiornamenti alla Candidate list entro giugno

La sostanza 4,4'-isopropylidenedifenol (bisfenolo A, BPA) (EC 201-245-8, CAS 80-05-7) è contenuta in Candiate list per la sua tossicità per la riproduzione.
Il Comitato degli Stati membri (MSC) ha sostenuto la proposta francese di individuare il BPA come sostanza di grande preoccupazione anche a causa delle sue proprietà che perturbano il sistema endocrino.
Il comitato ha, inoltre, accettato di identificare la sostanza Perfluorohexane-1-sulphonic acid e suoi Sali (PFHxS) come SVHC a causa delle loro proprietà molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB).
Gli inserimenti e le modifiche nell'elenco delle sostanze estremamente preoccupanti candidate all'autorizzazione saranno ufficializzate da ECHA entro la fine di giugno 2017.

Proposta di restrizione: pareri finali SEAC

Dopo la chiusura della consultazione pubblica lo scorso 22 maggio, il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) ha adottato il suo parere definitivo a sostegno delle proposte di limitare:

  • - i quattro ftalati DEHP (EC 204-211-0; CAS 117-81-7), DBP (EC 201-557-4, CAS 84-74-2, 93952-11-5), DIBP (EC 201-553-2; CAS 84-69-5) e BBP (EC 201-622-7; CAS 85-68-7) negli articoli.
    La raccomandazione è quella di limitare gli ftalati in articoli come pavimenti, tessuti ricoperti e carta, attrezzi da ricreazione e attrezzature, materassi, calzature, forniture per ufficio e attrezzature e altri articoli stampati o rivestiti in plastica che causano esposizione alla pelle o inalazione. La restrizione proposta si applica tre anni dopo l'entrata in vigore della modifica dell'appendice XVII di REACH.

  • La sostanza TDFA (3,3,4,4,5,5,6,6,7,7,8,8,8 -tridecafluorooctil) silanetriol e di tutti i suoi mono-, di- o tri-O- (alchilici) derivati in spray utilizzati dal grande pubblico.
    La misura richiede che gli spray non debbano essere immessi sul mercato se contengono TDFA in una concentrazione pari o superiore a due parti per miliardo in peso in una miscela con solventi organici. I prodotti a spruzzo comprendono dispenser aerosolici, pompe e spruzzi a scatto e miscele commercializzate per applicazioni a spruzzo.

La restrizione proposta si applica 18 mesi dopo l'entrata in vigore della modifica dell'appendice XVII di REACH. Non ci sono utilizzi che si propongono di essere derogati (esclusi) dall'ambito della restrizione.

Proposte di restrizione: Consultazione pubblica

Si concluderà il 21 agosto 2017 la prima deadline per i commenti sul report di restrizione seguente:

Name EC number CAS number 1st deadline for comments on restriction report
Final deadline for comments on restriction report Scope
Lead 231-100-4 7439-92-1 21/08/2017 21/12/2017 The proposal is to restrict the use of lead and its compounds in shot (containing lead in concentrations greater than 1% by weight) for shooting with a shot gun within a wetland or where spent gunshot would land within a wetland, including shooting ranges or shooting grounds in wetlands.

 

Proposta di restrizione: richiesta di commenti

ECHA richiede alle parti interessate di inviare le proprie osservazioni e presentare prove relativamente a:

Name EC number CAS number Deadline for providing input
Subject of the call
Benzo[a]pyrene (BaP);
Benzo[e]pyrene (BeP);
Benzo[a]anthracene (BaA);
Chrysen (CHR);
Benzo[b]fluoranthene (BbFA); Benzo[j]fluoranthene (BjFA); Benzo[k]fluoranthene (BkFA); Dibenzo[a,h]anthracene (DBAhA)
200-028-5 205-892-7 200-280-6 205-923-4 205-911-9 205-910-3 205-916-6 200-181-8 50-32-8 192-97-2 56-55-3 218-01-9 205-99-2 205-82-3 207-08-9 53-70-3 31/07/2017 Collection of information on: -information related to the content of individual PAHs listed in the entry 50 and analytical methods used to establish this content, and -current availability of suitable, alternative low-PAH raw materials, particularly carbon black and extender oils, used to manufacture rubber and plastic components.
Lead in jewellery 231-100-4 7439-92-1 20/07/2017 Call for evidence to identify information necessary to review the current restriction on lead in Jewellery (Commission Regulation (EU) No 836/2012), specifically related to alternatives for the derogated articles and a possible migration limit.
Octamethylcyclotetrasiloxane (D4) Decamethylcyclopentasiloxane (D5) 209-136-7 208-764-9 556-67-2 541-02-6 03/08/2017 To identify the current uses of D4/D5 in consumer and professional products, the content of D4/D5 and emission rates from these articles, as well as other relevant information for the preparation of an Annex XV restriction dossier.

 

Biocidi – Elenco da articolo 93

E' disponibile l'elenco ai sensi dell'articolo 93 del Regolamento 528/2012, che contiene le sostanze attive (generate principalmente in situ) per le quali una domanda di approvazione è stata presentata all'ECHA entro il 1° settembre 2016. Ciò riguarda solo i biocidi disponibili sul mercato al 1° settembre 2013 ma che non erano nell'ambito della legislazione precedente (direttiva 98/8/CE).
Se un prodotto biocida contiene una sostanza attiva che si trova nell'elenco da articolo 93 per il pertinente Product Type, è possibile mantenere il prodotto sul mercato mentre la sostanza viene valutata dagli Stati membri. Una volta pubblicata la decisione di approvare la sostanza attiva, sarà necessario richiedere l'autorizzazione del prodotto a livello nazionale o a livello dell'UE entro la data dell'approvazione del principio attivo del prodotto.
Se invece il prodotto biocida contiene una sostanza attiva che poteva beneficiare di una domanda di approvazione a norma dell'articolo 93, ma non è stata presentata alcuna domanda entro la scadenza (e pertanto la sostanza non figura nell'elenco da articolo 93), il prodotto deve essere rimosso dal mercato entro il 1 ° settembre 2017.

Biocidi: aggiornata la piattaforma R4BP3

R4BP3, la piattaforma centralizzata attraverso cui vengono presentate tutte le domande relative ai biocidi, è stata aggiornata per fornire maggiore flessibilità e migliori funzionalità di visualizzazione e ricerca. Lo strumento ha anche un sistema di comunicazione e notifica avanzato per le autorità nazionali.

Nanomateriali: un sito dedicato

ECHA lancia il nuovo sito EUON (European Union Observatory for Nanomaterials). Il sito è destinato a fornire, in modo semplice per un pubblico ampio, informazioni sull'uso dei nanomateriali nel mercato UE: cosa sono, dove sono presenti e dati sulla loro sicurezza.

Autorizzazione: una nuova pagina di supporto

In qualità di titolare dell'autorizzazione, se si desidera continuare ad utilizzare una sostanza SVHC elencata nell'elenco di autorizzazioni dopo la fine del periodo di revisione temporale, è possibile applicare nuovamente la domanda inviando un rapporto di revisione all'ECHA .

In altre parole, la Commissione può estendere le decisioni di autorizzazione, se si dimostra che:

  • i rischi sono adeguatamente controllati o i benefici dell'autorizzazione sono più elevati dei rischi residui e
  • idonee alternative non sono ancora disponibili dopo la fine del periodo di revisione.

Il rapporto di riesame dovrà essere presentato all'Agenzia almeno 18 mesi prima della scadenza del periodo di revisione.
ECHA ha pubblicato una nuova pagina di supporto sui rapporti di revisione per l'autorizzazione insieme a formati applicativi aggiornati che possono essere utilizzati per le domande di autorizzazione e per i rapporti di revisione. L'ECHA ha inoltre pubblicato un formato per la nota esplicativa che dovrebbe essere inclusa nei rapporti di revisione.

OEL: parere del RAC

Il Comitato di valutazione dei rischi (RAC) ha adottato 2 pareri sui limiti di esposizione occupazionale per le sostanze:

Si segnala che il RAC ha anche:

  • discusso della classificazione e l'etichettatura armonizzata per 11 sostanze, tra cui il Biossido di titanio che è stato riconosciuto sospetto cancerogeno categoria 2 per via inalatoria
  • approvato 14 progetti di parere e adottato un parere finale sulle domande di autorizzazione.

Il dettaglio in allegato.

Registrazione REACH: nuovo supporto per portarla a termine

ECHA pubblica una nuova pagina con 8 esempi per supportare le aziende che devono portare a termine la registrazione REACH entro il 31 maggio 2018.

Studi per registrazione REACH da fare in GLP!

ECHA ricorda ai dichiaranti che tutte le prove tossicologiche ed ecotossicologiche devono essere eseguite in conformità con la buona pratica di laboratorio (BPL, in inglese GLP) altrimenti non saranno accettate. Sul tema si segnalano le FAQ:

Identificazione sostanze UVCB: form per descrivere il ciclo produttivo

Le sostanze di composizione sconosciuta o variabile, prodotti di reazione complessi o materiali biologici (sostanze UVCB) sono identificate, tra l'altro, dalla descrizione del processo produttivo. Si segnala la form proposta da ECHA per aiutare i produttori e gli importatori dell'UE a riferire o richiedere queste informazioni. Tale documento sarà da includere nel dossier IUCLID per le notifiche PPORD, le inquiries, le registrazioni e le notifiche CLP.

Q&A sul Competeness Check

Pubblicate nuove risposte nella sezione Q&A del sito di ECHA relativamente a dubbi sulla preparazione e sulla verifica di completezza dei dossier di registrazione REACH.

Ecco CHESAR 3.2!

Disponibile la versione 3.2 di Chesar, il software ideato per aiutare le aziende a generare gli scenari espositivi da allegare alla SDS (extended SDS) e creare il Chemical Safety Report (CSR). La nuova revisione consente di modificare direttamente la relazione sulla sicurezza chimica nell'anteprima del report.

Studi sugli animali come ultima risorsa

In base a quanto previsto dal REACH, i test sugli animali vertebrati sono consentiti solo come ultima risorsa e l'obiettivo di ECHA è promuovere metodi di sperimentazione non animale e altre alternative. Ogni tre anni ECHA riferisce alla Commissione su come sono stati utilizzati i metodi alternativi per generare informazioni sulle proprietà intrinseche delle sostanze chimiche e per la valutazione dei rischi, ecco il report 2017.

Guide ECHA

Si segnala che è disponibile la versione 2.1 della Guida "Orientamenti all'identificazione e alla denominazione delle sostanze in ambito REACH e CLP", nella quale sono corrette le inesattezze tipografiche contenute nel testo e gli errori nelle informazioni sulla composizione negli esempi nella figura 2 dell'appendice III all'edizione di dicembre 2016. 

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulle proposte di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
bis(α,α-dimethylbenzyl) peroxide 201-279-3 80-43-3 20/06/2017 04/08/2017
N-(hydroxymethyl)acrylamide; methylolacrylamide; [NMA] 213-103-2 924-42-5 20/06/2017 04/08/2017
trimethoxyvinylsilane; trimethoxy(vinyl)silane 220-449-8 2768-02-7 20/06/2017 04/08/2017
tris(2-methoxyethoxy)vinylsilane; 6-(2-methoxyethoxy)-6-vinyl-2,5,7,10-tetraoxa-6-silaundecane 213-934-0 1067-53-4 20/06/2017 04/08/2017
(2RS)-2-[4-(4-chlorophenoxy)-2-(trifluoromethyl)phenyl]-1-(1H-1,2,4-triazol-1-yl)propan-2-ol; mefentrifluconazole - 1417782-03-6 30/05/2017 14/07/2017
mecetronium etilsulfate; N-ethyl-N,N-dimethylhexadecan-1-aminium ethyl sulfate; Mecetronium ethyl sulphate [MES] 221-106-5 3006-10-8 30/05/2017 14/07/2017

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in portoghese (revisione 1), conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR.
Si segnala che è disponibile il corrigendum al ADN 2017, l'accordo internazionale per il trasporto di merci pericolose per vie di navigazione interna.

E' stato pubblicato il Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 12 maggio 2017 (G.U. n. 139 del 17 Giugno 2017) recante il recepimento nell'ordinamento nazionale della direttiva 2016/2309 della Commissione relativa al "trasporto interno di merci pericolose".
La pubblicazione di tale decreto implica che le nuove disposizioni contenute nell'edizione 2017 dell'ADR (trasporto stradale) e del RID (trasporto ferroviario), già applicabili per trasporti internazionali di merci pericolose, possono essere applicate anche a livello nazionale.
Ricordiamo che l'osservanza delle suddette disposizioni diverrà obbligatoria, sia a livello nazionale che internazionale, a partire dal 1° luglio 2017.

E’ stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/999 della Commissione del 13 giugno 2017 (G.U. dell'Unione Europea L150 del 14/06/2017) che modifica l'allegato XIV del Regolamento REACH introducendo le seguenti 12 sostanze tra quelle soggette alla procedura di autorizzazione:

  • 1-Bromopropano (n-bromuro di propile) N. CE: 203-445-0 N. CAS: 106-94-5
  • Diisopentilftalato N. CE: 210-088-4 N. CAS: 605-50-5
  • Acido 1,2-benzendicarbossilico, esteri alchilici di-C6- 8-ramificati, ricchi di C7 N. CE: 276-158-1 N. CAS: 71888-89-6
  • Acido 1,2-benzenedicarbossilico, esteri alchilici di-C7- 11-ramificati e lineari N. CE: 271-084-6 N. CAS: 68515-42-4
  • Acido 1,2-benzendicarbossilico, dipentilestere, ramificato e lineare N. CE: 284-032-2 N. CAS: 84777-06-0
  • Ftalato di bis(2-metossietile) N. CE: 204-212-6 N. CAS: 117-82-8
  • Dipentilftalato N. CE: 205-017-9 N. CAS: 131-18-0
  • N-pentilisopentilftalato N. CE: — N. CAS: 776297-69-9
  • Olio di antracene N. CE: 292-602-7 N. CAS: 90640-80-5
  • Pece, catrame di carbone, alta temperatura. N. CE: 266-028-2 N. CAS: 65996-93-2
  • 4-(1,1,3,3-tetrametilbutil)fenolo, etossilato [che comprende sostanze ben definite e sostanze UVCB, polimeri e omologhi] N. CE: — N. CAS: —
  • 4-nonilfenolo, ramificato e lineare, etossilato [sostanze con catena alchilica lineare e/o ramificata C9 legata covalentemente in posizione 4 al fenolo, etossilato che coprono sostanze UVCB e ben definite, polimeri e omologhi, che includono qualsiasi isomero e/o combinazioni di isomeri]

In generale le sostanze che figurano nell'allegato XIV non potranno essere immesse sul mercato o usate a meno che non sia stata concessa un'autorizzazione per un uso specifico.
I costi elevati e i tempi della procedura di autorizzazione potrebbero portare a una scomparsa dal mercato delle sostanze nell'allegato XIV, per le quali sarà necessario cercare dei sostituti meno pericolosi.

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/776 della Commissione del 4 maggio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L116 del 05/05/2017) recante modifica, ai fini dell'adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele.
Con il regolamento in oggetto viene ad essere aggiornato l'allegato VI del CLP relativo all'elenco delle sostanze con una classificazione armonizzata.
In particolare, sono state rivedute le classificazioni esistenti per 13 sostanze e sono state introdotte 24 nuove voci di sostanza o gruppi di sostanze. Le aziende devono adottare le classificazioni introdotte o aggiornate al più tardi entro il 1 ° dicembre 2018.

Il X adeguamento introduce anche stime di tossicità acuta (ATE) nella penultima colonna della tabella 3 della parte 3 dell'allegato VI, questa è un'informazione molto importante per determinare la classificazione per la tossicità acuta delle miscele che le contengono.

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/735 della Commissione del 14 febbraio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L112 del 28/04/2017) recante modifica del regolamento (CE) n. 440/2008 che istituisce dei metodi di prova ai sensi del regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH), al fine di adeguarlo al progresso tecnico.

Pubblicato sul sito www.reach.gov.it il Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici Anno 2017.
Tra gli obiettivi del controllo si segnalano la verifica della conformità con gli obblighi di autorizzazione, la verifica degli obblighi di restrizione e degli obblighi di pre-registrazione e registrazione delle sostanze in quanto tali o in quanto contenute in miscele, la verifica di conformità delle (e)SDS.
Le imprese target di questi controlli saranno:

  • imprese appartenenti alla filiera di approvvigionamento per i settori riportati nella Tabella 2 del Piano, tra questi il settore delle costruzioni, della gioielleria/bigiotteria, delle vernici, delle colle e degli adesivi, dei giocattoli, del tessile e delle pelli, limitatamente alle restrizioni di cui all'allegato XVII del regolamento REACH;
  • Imprese che fabbricano e/o importano sostanze soggette ad autorizzazione di cui all'allegato XIV del regolamento REACH;
  • Imprese che producono, importano o distribuiscono articoli appartenenti al settore della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche

L'Italia ha firmato 2 accordi multilaterali, nel dettaglio:

  • Accordo Multilaterale M300: relativo al documento di trasporto in caso di tentata vendita di alcune tipologie di merci tra cui i fuochi pirotecnici. L'accordo M300 " Transport document in sale delivery operations " è valido fino al 12 maggio 2021 per trasporti in tutti i Paesi che lo hanno sottoscritto, ovvero ad oggi Italia, Portogallo e Spagna.
  • Accordo Multilaterale M303: relativo al trasporto di batterie e celle al litio in dispositivi provenienti dai nuclei domestici per il loro smaltimento o recupero. L'Accordo Multilaterale M303 "Concerning the carriage of Lithium cells or batteries installed in equipment from private households collected and handed over for carriage for depollution, dismantling, recycling or disposal" anticipa le prescrizioni della nuova special provision 670 che sarà introdotta con l'edizione 2019 dell'ADR. L'accordo ha validità fino al 31 dicembre 2018 per trasporti in tutti i Paesi che lo hanno sottoscritto, ovvero ad oggi Italia, Germania e Austria.

Per una panoramica di tutti gli accordi in deroga firmati dall'Italia si rimanda al sito UNECE.

Si segnala inoltre che:

  • Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in italiano, lituano, estone (revisione 1), finlandese, olandese (inviate dall'autorità belga), slovacco (revisione 1), polacco conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR. Si ricorda che l'ADR edizione 2017 è entrato in vigore il 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.
  • E' stata pubblicata sul sito dell'UNECE la nota C.N.120.2017.TREATIES-XI.B.14 con la quale è comunicata l'approvazione delle modifiche agli allegati A e B dell'Accordo ADR come proposto nella nota C.N.891.2016.TREATIES del 7 dicembre 2016.

E' stato pubblicato il Regolamento delegato (UE) 2017/698 (UE) 2017/698 della Commissione del 3 febbraio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L103 del 19/04/2017) che modifica il regolamento delegato (UE) n. 1062/2014 relativo al programma di lavoro per l'esame sistematico di tutti i principi attivi contenuti nei biocidi di cui al regolamento (UE) n. 528/2012.

Sostituire sostanze pericolose? Ecco un aiuto concreto

Si segnala il marketplace online https://marketplace.chemsec.org, ideato dalla NGO svedese ChemSec che mira a segnalare alternative meno pericolose per varie sostanze, mettendo in contatto venditori ed acquirenti con la supervisione di un gruppo di tossicologi.

Guide pratiche per la registrazione

Disponibili 8 nuove guide di supporto alla registrazione delle sostanze; i documenti sono disponibili anche in italiano.
Sono, inoltre, disponibili in lingua inglese 4 nuovi video tutorial per l'utilizzo di IUCLID per la preparazione del dossier tecnico.

31 maggio 2017: ultima data per la preregistrazione tardiva!

E' terminato con il 31 maggio la possibilità di effettuare le pre-registrazioni tardive per le sostanze phase-in.
Dal 1 giugno 2017 sarà necessario presentare un inquiry ad ECHA e registrare la sostanza prima di poter produrre o importare una sostanza in quantità pari o superiore a 1 t/anno. Per venire incontro alle aziende, ECHA comunica di aver ottimizzato il processo di inquiry.

IUCLID Cloud

Si segnala il trial del nuovo servizio IUCLID Cloud proposto da ECHA che sarà disponibile in luglio. L'utilizzo di IUCLID Cloud consentirà all'operatore di poter lavorare online senza dovere scaricare l'applicazione, di accedere da qualsiasi postazione, di avere sempre l'ultima versione aggiornata di IUCLID e di avere un backup automatico dei dati.

Guide ECHA

Si segnala che sono disponibili 5 documenti di supporto per la preparazione di dossier di registrazione che coprono nanoforme, in particolare:

E' inoltre disponibile la versione 2.0 della guida "Come preparare i fascicoli PPORD e di registrazione".

Registrazione sostanze: pubblicato l'elenco aggiornato dei Lead registrant

Pubblicato l'elenco aggiornato a maggio 2017 delle sostanze per le quali è presente un dichiarante capofila (Lead registrant).
L'elenco è un grande aiuto per quanti desiderino procedere con la registrazione.

Biocidi: pareri su 2 principi attivi

Il Comitato sui prodotti biocidi (BPC) ha adottato pareri sulle seguenti sostanze attive e tipi di prodotto:

  • L(+) lactic acid per product-types 2, 3 e 4
  • Propan-1-ol per product-types 1, 2 e 4.

Consultazione pubblica su domande di autorizzazione

ECHA ha avviato una consultazione pubblica sulle domande di autorizzazione per le sostanze:

  • Potassium chromate 232-140-5
  • Sodium chromate 231-889-5

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web di ECHA.
I commenti possono essere inviati utilizzando lo specifico modulo fino al 5 luglio 2017.

Proposta di restrizione: richiesta di commenti

ECHA richiede alle parti interessate di inviare le proprie osservazioni e presentare prove relativamente a:

Name EC number CAS number Deadline for providing input
Subject of the call
Lead in jewellery 231-100-4 7439-92-1 20/07/2017 Call for evidence to identify information necessary to review the current restriction on lead in Jewellery (Commission Regulation (EU) No 836/2012), specifically related to alternatives for the derogated articles and a possible migration limit.
Octamethylcyclotetrasiloxane (D4) Decamethylcyclopentasiloxane (D5) 209-136-7 208-764-9 556-67-2 541-02-6 03/08/2017 To identify the current uses of D4/D5 in consumer and professional products, the content of D4/D5 and emission rates from these articles, as well as other relevant information for the preparation of an Annex XV restriction dossier.

 

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulle proposte di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze: 

Name
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
(2RS)-2-[4-(4-chlorophenoxy)-2-(trifluoromethyl)phenyl]-1-(1H-1,2,4-triazol-1-yl)propan-2-ol; mefentrifluconazole - 1417782-03-6 30/05/2017 14/07/2017
2,2-bis(bromomethyl)propane-1,3-diol 221-967-7 3296-90-0 23/05/2017 07/07/2017
Dimethyl disulphide 210-871-0 624-92-0 23/05/2017 07/07/2017
mecetronium etilsulfate; N-ethyl-N,N-dimethylhexadecan-1-aminium ethyl sulfate; Mecetronium ethyl sulphate [MES] 221-106-5 3006-10-8 30/05/2017 14/07/2017
nitric acid ... % 231-714-2 7697-37-2 25/04/2017 09/06/2017
paclobutrazol (ISO); (2RS,3RS)-1-(4-chlorophenyl)-4,4-dimethyl-2-(1H-1,2,4-triazol-1-yl)-pentan-3-ol - 76738-62-0 23/05/2017 07/07/2017
pyrithione zinc; (T-4)-bis[1-(hydroxy-.kappa.O)pyridine-2(1H)-thionato-.kappa.S]zinc 236-671-3 13463-41-7 23/05/2017 07/07/2017

 

Consultazione pubblica su principi attivi biocidi

Lanciate da ECHA le consultazioni pubbliche sulle seguenti sostanze attive come potenziali candidati alla sostituzione ai sensi del regolamento sui biocidi:

Name Product type EC number CAS number
Start date for providing information Deadline for providing information
(RS)-α-cyano-3-phenoxybenzyl (1RS,3RS;1RS,3SR)-2,2-dimethyl-3-(2-methylprop-1-enyl) cyclopropanecarboxylate (Cyphenothrin) 18 254-484-5 39515-40-7 21/04/2017 20/06/2017
Chlorfenapyr 18 - 122453-73-0 21/04/2017 20/06/2017

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

E' stato pubblicato il Regolamento 2017/706 della Commissione del 19 aprile 2017 (G.U. dell'Unione Europea L104 del 20/04/2017) che modifica l'allegato VII del regolamento (CE) n. 1907/2006 («REACH») per quanto riguarda la sensibilizzazione cutanea. Il regolamento in oggetto abroga e sostituisce il regolamento (UE) 2016/1688 della Commissione in quanto quest'ultimo era stato adottato senza essere stato prima sottoposto, allo stato di progetto, al controllo del Consiglio.

La Federal Aviation Administration americana ha pubblicato una Final Rule nel Federal Register nella quale sono aumentate le sanzioni civili per violazioni delle regole FAA e dei regolamenti sui materiali pericolosi (HMR) negli Stati Uniti.

Si segnala la pubblicazione della sintesi delle decisioni della Commissione europea relative alle autorizzazioni all'immissione sul mercato per l'uso e/o all'uso di sostanze elencate nell'allegato XIV del regolamento REACH, in particolare la sostanza in questione è il Triossido di Cromo (G.U. dell'Unione Europea C172 del 31/05/2017)

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/852 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L137 del 24/05/2017) sul mercurio, che abroga il regolamento (CE) n. 1102/2008.
Il presente regolamento stabilisce le misure e le condizioni relative all'uso, allo stoccaggio e al commercio del mercurio, dei composti del mercurio e delle miscele di mercurio, e alla fabbricazione, all'uso e al commercio dei prodotti con aggiunta di mercurio nonché alla gestione dei rifiuti di mercurio, al fine di assicurare un elevato livello di protezione della salute umana e dell'ambiente dalle emissioni e dai rilasci antropogenici di mercurio e di composti del mercurio.

Flashpoint ha partecipato al Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020 con il progetto dal nome "Innovazione offerta Flashpoint e CRM", all'interno del Bando per la Microinnovazione.

Su più informazioni sul Por Fesr 2014-2020 visitate la pagina http://www.regione.toscana.it/porcreo-fesr-2014-2020/cos-e

Si ricorda che il prossimo 31 maggio termina la deroga per l'etichettatura delle miscele pericolose, prevista dall'articolo 61 del Regolamento (CE) n.1272/2008 (CLP), che consentiva di commercializzare prodotti etichettati ancora secondo la vecchia direttiva 1999/45/CEE (i.e. con le frasi di rischio R e i vecchi simboli di pericolo su sfondo arancione).
Dal 1 giugno 2017 potranno essere venduti solo prodotti con un'etichetta conforme alla nuova regolamentazione CLP. Quindi, i prodotti che recano l’etichetta secondo la vecchia direttiva, dovranno essere venduti prima di tale data o rietichettati secondo il CLP per poterli vendere successivamente. Diversamente, sarà necessario smaltirli.

31 maggio 2017: ultima data per la preregistrazione tardiva!

Se si è recentemente iniziato a fabbricare o importare una sostanza phase-in non classificata come cancerogena, mutagena o tossica per la riproduzione (CMR) in quantità da 1 a 100 tonnellate all'anno, è possibile pre-registrare la sostanza entro sei mesi dall'inizio dell'attività e al più tardi entro il 31 maggio 2017, così da beneficiare della proroga per la registrazione fino al 31/05/2018.
Se non si dispone di una pre-registrazione valida o della registrazione per la sostanza dopo il 31 maggio 2017, sarà necessario presentare un inquiry ad ECHA e registrare la sostanza prima di poter produrre o importare una sostanza in quantità pari o superiore a 1 t/anno. Lo stesso vale già ora se si produce o si importa 100 o più tonnellate/anno di una sostanza o 1 tonnellata o più di una sostanza CMR all'anno.

Stakeholders' Day: disponibili le presentazioni

Lo scorso 4 e 5 aprile si è tenuta ad Helsinki la decima giornata dedicata da ECHA agli stakeholder, ovvero a tutte le parti interessate dal REACH.
La conferenza è stata incentrata sulle ultime notizie e consigli per affrontare la scadenza di registrazione del 31/05/2018. La registrazione degli interventi è disponibile all'indirizzo

QSAR Toolbox: disponibile aggiornamento

E' disponibile la versione 4.0 del Toolbox QSAR. Il Toolbox è un'applicazione software progettata per essere usata da governi, industrie e altre parti interessate a colmare lacune nei dati di (eco)tossicità necessari a valutare i pericoli delle sostanze chimiche. Il Toolbox incorpora informazioni e strumenti provenienti da varie fonti in un flusso di lavoro logico. Di cruciale importanza per questo flusso di lavoro è il raggruppamento di sostanze in categorie chimiche.
La nuova versione del Toolbox QSAR introduce nuove funzionalità e la possibilità di utilizzo anche per scienziati con poca esperienza con il software.

Richiesta di informazioni per 27 sostanze registrate

Per 27 sostanze, contenute nel Community rolling action plan (CoRAP) 2016, gli Stati membri hanno deciso che sono necessarie maggiori informazioni per valutare la loro sicurezza. A partire dall'ultima settimana di aprile, ECHA invierà ai registranti di queste sostanze le decisioni in draft per richiedere i loro commenti entro 30 giorni.

Disponibili i dati relativi a 15000 sostanze chimiche

E' ora possibile scaricare gratuitamente come database IUCLID6 le informazioni chiave su circa 15000 sostanze chimiche così come ricevute da ECHA nei dossier di registrazione. Ricercatori, autorità e imprese possono usare tali dati per migliorare l'uso sicuro delle sostanze chimiche e contribuire ad evitare test non necessari sugli animali. I dati possono essere utilizzati solo dopo aver accettato i termini e le condizioni, e non per la registrazione ai sensi del REACH.

CORAP: 22 sostanze elencate per il 2017

ECHA ha adottato il piano d'azione a rotazione comunitario aggiornato (CoRAP), dando così inizio alla valutazione per le 22 sostanze elencate per il 2017. ECHA raccomanda ai dichiaranti delle sostanze elencate di iniziare a coordinare le loro azioni contattando gli Stati membri che effettueranno la valutazione. Rispetto al piano 2016-2018, sei sostanze sono state tolte e ne è stata aggiunta una nuova.

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulle proposte di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Substance name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
1,2-Benzenedicarboxylic acid, di-C8-10-branched alkylesters, C9-rich; [1] di-“isononyl” phthalate; [2] 271-090-9 249-079-5 68515-48-0 28553-12-0 04/04/2017 19/05/2017
Ethanol, 2,2'-iminobis-, N-(C13-15-branched and linear alkyl) derivs 308-208-6 97925-95-6 04/04/2017 25/04/2017
ethofumesate (ISO) (±)-2-ethoxy-2,3-dihydro-3,3-dimethylbenzofuran-5-yl methanesulfonate 247-525-3 26225-79-6 04/04/2017 19/05/2017
Granulated copper 231-159-6 7440-50-8 04/04/2017 19/05/2017

 

Proposte di restrizione: Consultazione pubblica

Si concluderà il 22 maggio 2017 la consultazione pubblica sulle draft opinion del Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) sulle seguenti proposte di restrizione:

E' invece fissata al 01/06/2017 la prima deadline per i commenti sul report di restrizione:

La deadline finale per i commenti sui tali report di restrizione è fissata al 22/09/2017.

Guide ECHA

Si segnala che sono disponibili:

 

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

Consultazione pubblica su bozza di inclusione in autorizzazione

ECHA ha avviato una consultazione pubblica sulla sua bozza di raccomandazione di 7 nuove sostanze da includere nella lista di autorizzazione (allegato XIV REACH).
Le osservazioni devono essere inviate entro il 2 giugno 2017. Le sostanze in oggetto sono:

  1. 5-sec-butyl-2-(2,4-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [1], 5-sec-butyl-2-(4,6-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [2] [covering any of the individual stereoisomers of [1] and [2] or any combination thereof] (karanal group)
  2. 1-Methyl-2-pyrrolidone (NMP)
  3. 2-(2H-benzotriazol-2-yl)-4,6-ditertpentylphenol (UV-328)
  4. 2,4-di-tert-butyl-6-(5-chlorobenzotriazol-2-yl)phenol (UV-327)
  5. 2-(2H-benzotriazol-2-yl)-4-(tert-butyl)-6-(sec-butyl)phenol (UV-350)
  6. 2-benzotriazol-2-yl-4,6-di-tert-butylphenol (UV-320)
  7. 1,2-benzenedicarboxylic acid, di-C6-10-alkyl esters; 1,2-benzenedicarboxylic acid, mixed decyl and hexyl and octyl diesters with ≥ 0.3% of dihexyl phthalate (EC No. 201-559-5).

Registrazione sostanze: pubblicato l'elenco aggiornato dei Lead registrant

Pubblicato l'elenco aggiornato a febbraio 2017 delle sostanze per le quali è presente un dichiarante capofila (Lead registrant).
L'elenco comprende più di 9000 sostanze ed è un grande aiuto per quanti desiderino procedere con la registrazione.

Glifosato: il parere del RAC

Il Comitato di valutazione dei rischi (RAC) si è espresso sul glifosato, uno dei principi attivi maggiormente utilizzati come "erbicidi" o "diserbanti".
Il RAC ha concluso che le prove scientifiche disponibili non soddisfano i criteri del regolamento CLP per classificare il glifosato per la tossicità specifica per organi bersaglio, o come agente cancerogeno, mutageno o tossico per la riproduzione.
Il RAC ha pertanto deciso di mantenere la classificazione armonizzata corrente del glifosato come

  • Eye Damage 1; H318 (Provoca gravi lesioni oculari)
  • Aquatic Chronic 2; H411 (Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.)

Il parere ha causato malcontento nelle NGO, prima fra tutte Greenpeace, che hanno apertamente criticato tale posizione, in contrasto con la classificazione come probabile cancerogeno per l'uomo secondo IARC.

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulle proposte di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Name
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
2-methylimidazole 211-765-7 693-98-1 21/02/2017 07/04/2017
MCPA-thioethyl (ISO); S-ethyl (4-chloro-2-methylphenoxy)ethanethioate; S-ethyl 4-chloro-o-tolyloxythioacetate 246-831-4 25319-90-8 21/02/2017 07/04/2017
Octamethylcyclotetrasiloxane 209-136-7 556-67-2 21/02/2017 07/04/2017
2-methoxyethyl acrylate 221-499-3 3121-61-7 14/03/2017 28/04/2017
branched hexatriacontane 417-070-7 151006-62-1 14/03/2017 28/04/2017
diisooctyl phthalate 248-523-5 27554-26-3 14/03/2017 28/04/2017
imiprothrin (ISO); reaction mass of: [2,4-dioxo-(2-propyn-1-yl)imidazolidin-3-yl]methyl(1R)-cis-chrysanthemate; [2,4-dioxo-(2-propyn-1-yl)imidazolidin-3-yl]methyl(1R)-trans-chrysanthemate 428-790-6 72963-72-5 14/03/2017 28/04/2017
ipconazole (ISO); (1RS,2SR,5RS;1RS,2SR,5SR)-2-(4-chlorobenzyl)-5-isopropyl-1-(1H-1,2,4-triazol-1-ylmethyl)cyclopentanol (CAS No 125225-28-7, all stereoisomers; 115850-69-6, cis-cis racemate; 115937-89-8, cist-trans racemate) - 125225-28-7 115850-69-6 115937-89-8 14/03/2017 28/04/2017
L-(+)-lactic acid; (2S)-2-hydroxypropanoic acid 201-196-2 79-33-4 14/03/2017 28/04/2017
Margosa, ext. [cold-pressed oil of Azadirachta indica seeds without shells extracted with super-critical carbon dioxide] 283-644-7 84696-25-3 14/03/2017 28/04/2017
Silicon carbide (fibres fulfilling the WHO definition: diameter <3 µm, length > 5 µm and aspect ratio ≥ 3:1) - - 14/03/2017 28/04/2017

 

Consultazione pubblica su potenziali SVHC

Lanciata da ECHA la consultazione pubblica sulla potenziale identificazione come sostanza estremamente problematica (SVHC) di:

Substance name EC number CAS number Proposing authority
Reason for proposing Date of publication Deadline for commenting
4,4'-isopropylidenediphenol (bisphenol A; BPA) 201-245-8 80-05-7 France Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health) 09/03/2017 24/04/2017
Perfluorohexane-1-sulphonic acid and its salts 206-587-1 355-46-4 Sweden vPvB (Article 57e) 09/03/2017 24/04/2017

 

Nuovi pareri del RAC e SEAC

Il Comitato di valutazione dei rischi (RAC) ha adottato due pareri su:

Il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) ha concordato sulle draft opinion per entrambe le restrizioni.
Il RAC e SEAC hanno anche concordato su 19 opinioni in bozza e 3 opinioni finali sulle applicazioni per l'autorizzazione. Il RAC ha adottato infine cinque pareri su classificazione ed etichettatura armonizzate. Il dettaglio in allegato.

Biocidi: pareri su 3 principi attivi

Durante l'ultimo incontro il Comitato sui prodotti biocidi (BPC) ha adottato pareri sulle seguenti sostanze attive e tipi di prodotto (PT):

  • MIT per product-type 12
  • Fludioxonil per product-types 7, 9 e 10
  • Margosa extract per product-type 19.

Un altro parere, sulla cypermethrin per PT 18, sarà proposto per l'adozione con procedura scritta.

Read-across per le sostanze multi-costituenti e UVCB

Pubblicato un nuovo documento che tratta delle questioni chiave per valutare la complessità del read-across in caso di sostanze multi-costituenti e UVCB.

Ricorsi

Come è noto, è possibile presentare ricorso dinanzi alla commissione di ricorso dell'ECHA su alcune decisioni dell'Agenzia, che sono elencate all'articolo 91 del regolamento REACH e all'articolo 77 del regolamento sui biocidi.
Si segnala la pubblicazione della revisione delle "Istruzioni pratiche per le parti dei procedimenti dinanzi alla Commissione di Ricorso dell'Agenzia europea per le sostanze chimiche".

Progress Report 2016 sul REACH

Disponibile il documento Evaluation under REACH – Progress Report 2016.
Il rapporto descrive i risultati delle attività di valutazione dell'ECHA nel 2016 e fornisce raccomandazioni ai dichiaranti per favorire il miglioramento della qualità delle registrazioni.

Campi sportivi in plastica riciclata: sono sicuri?

Nel mese di giugno 2016, la Commissione europea ha chiesto ad ECHA di valutare i possibili rischi per la salute dei granuli di gomma riciclata utilizzati nei campi sportivi artificiali.
ECHA ha ora pubblicato il report di valutazione giungendo alla conclusione che l'uso di gomma riciclata nei campi sportivi artificiali provoca un livello molto basso di preoccupazione per la salute della popolazione, compresi i bambini, giocatori professionisti e lavoratori addetti all'installazione o la manutenzione di tali strutture.

Controllo Dossier di registrazione: aggiornato elenco sostanze "nel mirino"

ECHA ha integrato l'elenco delle sostanze per le quali è probabile sia condotto un controllo di conformità del dossier di registrazione. E' raccomandato ai registranti interessati di aggiornare, se necessario, il dossier entro il 22 maggio 2017 se la sostanza è contenuta nella Parte 1 dell'allegato ed entro il 28 Aprile 2017 se contenuta nella Parte 2. Merita sottolineare che l'elenco è solo indicativo in quanto ECHA può decidere di controllare qualsiasi dossier in qualsiasi momento.

Guide ECHA Biocidi

Si segnala che sono disponibili:

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

E' stato pubblicato il Decreto Legislativo 10 febbraio 2017 n. 28 (GU n. 65 del 18/03/2017) che reca la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 649/2012 sull'esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose (PIC).
Le Autorità nazionali designate sono il Ministero della salute, il Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare e il Ministero dello sviluppo economico.
In caso di violazione dagli obblighi stabiliti dal regolamento PIC sono previste sanzioni amministrative pecuniarie che vanno da un minimo di 2.000 euro fino a un massimo di 120.000 euro, previsto in caso di esportazione di una sostanza chimica o di un articolo elencati nell'allegato V del regolamento.

Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in ceco, portoghese e spagnolo conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR.
Si ricorda che l'ADR edizione 2017 è entrato in vigore il 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.

162 sostanze prioritarie per le verifiche

L'ECHA ha selezionato 162 sostanze tra quelle registrate per un ulteriore esame da parte delle autorità competenti degli Stati membri. Le autorità competenti effettueranno un esame manuale dei fascicoli per decidere se è necessario un intervento normativo.
Le aziende che hanno registrato una delle sostanze in questione riceveranno una specifica comunicazione da ECHA per informarle delle verifiche in atto.
ECHA sollecita tutti i registranti ad aggiornare i fascicoli per affrontare eventuali carenze nel più breve tempo possibile.

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulla proposta di classificazione e di etichettatura armonizzata per la sostanza:

Substance name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
cyflumetofen (ISO); 2-methoxyethyl (RS)-2-(4-tert-butylphenyl)-2-cyano-3-oxo-3-(α,α,α-trifluoro-o-tolyl)propionate - 400882-07-7 06/02/2017 23/03/2017

 

IUCLID6: disponibile aggiornamento

Si segnala il webinar di presentazione della nuova versione di IUCLID, la 1.2.

Consultazione pubblica su principi attivi biocidi

Lanciate da ECHA le consultazioni pubbliche sulle seguenti sostanze attive come potenziali candidati alla sostituzione ai sensi del regolamento sui biocidi:

 

Name Product type EC number CAS number
Start date for providing information Deadline for providing information
Azoxystrobin 7, 9, 10 - 131860-33-8 10/02/2017 10/04/2017
Chlorophene 2, 3 204-385-8 120-32-1 10/02/2017 10/04/2017
d-Allethrin 18 - 231937-89-6 10/02/2017 10/04/2017
esbiothrin/ d-trans-allethrin 75/25 18 - 260359-57-7 10/02/2017 10/04/2017
PHMB (1415; 4.7) i.e. Polyhexamethylene biguanide with a mean number-average molecular weight (Mn) of 1415 and a mean polydispersity (PDI) of 4.7 1, 2, 4, 5, 6 - 32289-58-0 1802181-67-4 10/02/2017 10/04/2017

 

Consultazione pubblica su domande di autorizzazione

ECHA ha avviato una consultazione pubblica su 3 domande di autorizzazione per un totale di 4 usi per le sostanze:

  • Sodium dichromate 234-190-3
  • Chromium trioxide 215-607-8

Maggiori informazioni sugli usi per i quali viene richiesta l'autorizzazione, nonché la descrizione della funzione della sostanza, scenari di esposizione, le possibili alternative individuate dai richiedenti sono disponibili sul sito web di ECHA.
I commenti possono essere inviati utilizzando lo specifico modulo fino al 5 aprile 2017.

ECHA-term sempre più ricco

Continua il lavoro per rendere disponibili le traduzioni in 23 lingue dei principali termini chimici. Il database ECHA–term contiene ora 1400 voci e può essere consultato o scaricato nelle varie lingue gratuitamente.

Guide ECHA

Si segnala che è disponibile la traduzione della Guida alla registrazione (Novembre 2016 - Versione 3.0) e la Guida "in pillole" sulla condivisione dei dati per la registrazione congiunta (Version 2.0 February 2017, disponibile al momento solo in inglese).

 

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/227 della Commissione del 9 febbraio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L35 del 10/2/2017) recante modifica dell'allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) per quanto riguarda l'ossido di bis(pentabromofenile) («decaBDE»).
L'ossido di bis(pentabromofenile) è ampiamente utilizzato come additivo ritardante di fiamma con applicazioni in molti settori diversi, in particolare per le materie plastiche e gli articoli tessili, ma anche per adesivi, sigillanti, rivestimenti e inchiostri.

La restrizione introdotta prevede che il decaBDE:

  1. Non sia prodotto o immesso sul mercato come sostanza in quanto tale dopo il 2 marzo 2019.
  2. Non sia impiegato per la produzione o l'immissione sul mercato di altre sostanze o miscele e per articoli o parti di essi, in concentrazione pari o superiore allo 0,1 % in peso dopo il 2 marzo 2019.

Si segnala che è stato approvato dal Consiglio dei Ministri del 10/02/2017 un decreto legislativo che detta la disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (UE) n. 649/2012 sull'esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose. Il regolamento attua all'interno dell'Unione europea la Convenzione di Rotterdam, concernente la procedura di previo assenso informato per taluni prodotti chimici e pesticidi pericolosi.
Con il provvedimento si prevedono sanzioni pecuniarie di natura amministrativa per la violazione delle prescrizioni del regolamento che pone regole dell'esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose. I compiti di vigilanza, accertamento e irrogazione delle sanzioni fanno capo al Ministero della salute, al Ministero dell'ambiente e al Ministero dello sviluppo economico.
È previsto per i trasgressori che le sostanze trattate in violazione degli obblighi comunitari siano distrutte a propria cura e spese in caso di sequestro amministrativo.

Fonte http://www.governo.it

Si segnala la pubblicazione sul sito del Ministero della Salute della Rendicontazione del Piano nazionale dei controlli sui prodotti chimici, anno 2015. Il documento intende fornire un quadro nazionale delle attività di controllo, effettuate nel corso dell'anno 2015, per la verifica di conformità dei prodotti chimici al Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) e alla normativa in materia di classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele in attuazione del "Piano Nazionale dei Controlli sull'applicazione del Regolamento REACH-CLP Anno 2015".

E' stata pubblicata la Direttiva (UE) 2017/164 della Commissione del 31 gennaio 2017 (G.U. dell'Unione Europea L27 del 1/2/2017) che definisce un quarto elenco di valori indicativi di esposizione professionale per gli agenti chimici in attuazione della direttiva 98/24/CE del Consiglio e che modifica le direttive 91/322/CEE, 2000/39/CE e 2009/161/UE della Commissione.

Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in lettone, norvegese, svedese, rumeno, ungherese e tedesco conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR.
Si ricorda che l'ADR edizione 2017 è entrato in vigore il 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.

Si segnala che sul sito UNECE è disponibile:

  • la traduzione della nuova edizione dell'Accordo ADR in inglese e norvegese, a breve sarà pubblicata anche la traduzione in francese e russo;
  • la traduzione della nuova edizione dell'Accordo ADN in inglese, francese e russo.

Candidate List: aggiunte 4 nuove sostanze

Come anticipato nelle news di dicembre, ECHA ha aggiornato la Candidate List con l'inserimento di 4 nuove sostanze riconosciute come altamente problematiche (SVHC). La Candidate List attualmente contiene 173 sostanze.
Nella tabella sotto sono riportate le sostanze aggiunte nella Candidate list il 12 gennaio 2017 nonché il motivo della loro inclusione e un esempio di uso:

Substance Name EC number CAS number Reson for inclusion
Examples of use(s)
4,4’-isopropylidenediphenol (bisphenol A; BPA) 201-245-8 80-05-7 Toxic for reproduction (Article 57c) Manufacture of polycarbonate, epoxy resins and chemicals; hardener in epoxy resins
Nonadecafluorodecanoic acid (PFDA) and its sodium and ammonium salts 206-400-3
- 221-470-5
335-76-2 3830-45-3 3108-42-7 Toxic for reproduction (Article 57c) PBT (Article 57d) Lubricant, wetting agent, plasticiser and corrosion inhibitor
p-(1,1-dimethylpropyl)phenol 201-280-9 80-46-6 Equivalent level of concern having probable serious effects to environment (Article 57f) Manufacture of chemicals and plastic products
4-heptylphenol, branched and linear [substances with a linear and/or branched alkyl chain with a carbon number of 7 covalently bound predominantly in position 4 to phenol, covering also UVCB- and well-defined substances which include any of the individual isomers or a combination thereof] - - Equivalent level of concern having probable serious effects to environment (Article 57f) Manufacture of polymers; formulation into lubricants

Gli obblighi di legge previsti per le aziende in seguito all'inserimento delle sostanze in candidate list si riferiscono alle sostanze da sole, nelle miscele o contenute in articoli.
In particolare i produttori e gli importatori di articoli contenenti le sostanze SVHC sopra elencate hanno a disposizione fino al 12 luglio 2017 per effettuare la notifica all'ECHA se sono pertinenti le seguenti due condizioni:

  1. la sostanza è contenuta in tali articoli in quantitativi superiori a una tonnellata all'anno per produttore o importatore e
  2. la sostanza è contenuta in tali articoli in concentrazione superiore allo 0,1% in peso.

Ci sono esenzioni dall'obbligo di notifica se la sostanza è già registrata per l'uso o quando è possibile escludere l'esposizione.
Come previsto dal regolamento REACH, sarà seguita una procedura specifica per decidere se le sostanze dovranno essere incluse anche nell'elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione (allegato XIV del regolamento REACH).

Ispezioni REACH REF-5: scenari espositivi, eSDS, RMM e OC al centro del mirino

Parte nel mese di gennaio 2017 il nuovo REACH Enforcement Project finalizzato a valutare la conformità delle schede dati di sicurezza, delle schede estese (eSDS) e della loro effettiva applicazione nell'ambiente di lavoro. Il REF-5 porterà gli ispettori a focalizzarsi sulla modalità e qualità delle informazioni trasmesse all'interno della catena di approvvigionamento: fondamentale, per tutte le aziende che ancora non lo abbiano fatto, procedere ad analizzare in modo critico la correttezza delle proprie schede, di quelle ricevute dai propri fornitori nonché l'implementazione in ambiente di lavoro delle pertinenti misure di gestione del rischio. Sull'argomento si segnala il prossimo webinar organizzato da Flashpoint, la data sarà disponibile a breve sulla pagina dedicata.

SDS: aggiornate le Q&A

Si segnala che sono state aggiornate le Frequently Asked Questions sulle schede dati di sicurezza.

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulla proposta di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Name
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
cobalt 231-158-0 7440-48-4 10/01/2017 24/02/2017
pyridate (ISO); O-(6-chloro-3-phenylpyridazin- 4-yl) S-octyl thiocarbonate 259-686-7 55512-33-9 10/01/2017 24/02/2017

 

Proposta di restrizione: richiesta di commenti

ECHA richiede alle parti interessate di inviare le proprie osservazioni e presentare prove nella fase preparatoria della proposta di restrizione per:

Name EC number CAS number Deadline for providing input
Subject of the call
per-and polyfluorinated alkyl substances PFAS (specific PFCAs (C9-C20) and other fluorinated substances) - - 15/02/2017 The German and Swedish call for evidence to gather information on manufactured and imported amounts of the respective substances groups and their potential alternatives, their uses as well as the economic effects linked to the uses.

ECHA richiede inoltre commenti sulle draft Guide relative alle restrizioni di cui ai punti 27 e 50 dell'allegato XVII:

Substance name EC number CAS number Deadline for providing input
Subject of the call
Nickel and its compounds 231-111-4 7440-02-0 19/04/2017 Call for comments on the proposed guideline on the articles intended to come into direct and prolonged contact with the skin in relation to restriction entry 27 of Annex XVII to REACH: Nickel and its compounds
Polycyclic-aromatic hydrocarbons (PAH): Benzo[a]pyrene (BaP); Benzo[e]pyrene (BeP); Benzo[a]anthracene (BaA); Chrysen (CHR); Benzo[b]fluoranthene (BbFA); Benzo[j]fluoranthene (BjFA); Benzo[k]fluoranthene (BkFA); Dibenzo[a,h]anthracene (DBAhA) 200-028-5 205-892-7 200-280-6 205-923-4 205-911-9 205-910-3 205-916-6 200-181-8 50-32-8 192-97-2 56-55-3 218-01-9 205-99-2 205-82-3 207-08-9 53-70-3 19/04/2017 Call for comments on the proposed guideline on articles falling within the scope of restriction entry 50 of Annex XVII to REACH: Polycyclic organic hydrocarbons in articles supplied to the general public

 

Guide ECHA

Si segnala che è disponibile:

 

 Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

E' stata pubblicata la Comunicazione 2017/C 011/02 (G.U. dell'Unione Europea C11 del 13/01/2017) con la quale sono stati aggiornati i metodi di prova per dimostrare la conformità degli articoli relativamente alle restrizioni indicate alla voce 27 dell'allegato XVII REACH sul rilascio di nickel.

Si segnala il Decreto Ministeriale 13 dicembre 2016, n. 439, Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l'anno 2017.

 

fonte http://www.mit.gov.it

Si segnala la pubblicazione del documento orientativo per la classificazione dei prodotti fitosanitari in applicazione al Regolamento (CE) 1272/2008 (CLP), in vigore dal 1° giugno 2015.
Il documento è destinato ai fornitori, produttori, importatori, utilizzatori compresi i formulatori, i re-importatori ed i distributori nonché le associazioni di categoria, che si trovano ad applicare ed interpretare le nuove regole di classificazione previste dal Regolamento CLP.

E' stata pubblicata la Decisione di Esecuzione (UE) 2016/2091 della Commissione del 28 novembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L324 del 30/11/2016). Con tale decisione è stabilito che la sostanza diacrilato di esametilene (diacrilato di 1,6-esandiolo) (HDDA) (n. CE 235-921-9; n. CAS 13048-33-4) non è identificata come sostanza le cui proprietà di sensibilizzazione cutanea causano effetti per la salute umana che diano adito a un livello di preoccupazione equivalente, a norma dell'articolo 57, lettera f) del REACH.

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2016/2235 della Commissione del 12 dicembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L337 del 13/12/2016) che modifica l'allegato XVII del regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH) per quanto riguarda le restrizioni per il bisfenolo A.
In particolare dopo il 2 gennaio 2020 non sarà ammessa l'immissione sul mercato della sostanza Bisfenolo A nella carta termica in una concentrazione uguale o superiore allo 0,02 % in peso.

E' stata pubblicata la Rettifica del regolamento (CE) n. 1272/2008 (G.U. dell'Unione Europea L349 del 21/12/2016) che corregge alcuni errori presenti nel regolamento, tra cui modifiche nelle tabelle 2.5.2, 2.6.1 e 3.1.2 e in alcune traduzioni di indicazioni di pericolo H, informazioni supplementari sui pericoli EUH e consigli di prudenza P.

E' stata pubblicata la Direttiva (UE) 2016/2037 della Commissione del 21 novembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L314 del 22/11/2016) che modifica la direttiva 75/324/CEE del Consiglio per quanto riguarda la pressione massima ammissibile dei generatori aerosol e adegua le sue disposizioni concernenti l'etichettatura al regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP).

E' stata pubblicata la Direttiva (UE) 2016/2309 della Commissione del 16 dicembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L345 del 20/12/2016) che adegua per la quarta volta al progresso scientifico e tecnico gli allegati della direttiva 2008/68/CE relativa al trasporto interno di merci pericolose.
Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro il 30 giugno 2017.

E' stata pubblicata la Decisione di Esecuzione (UE) 2016/1950 della Commissione del 4 novembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L300 del 08/11/2016) concernente la non approvazione di alcune combinazioni di principio attivo/tipo di prodotto a norma del regolamento (UE) n. 528/2012.

4 Nuove Sostanze SVHC

Il comitato degli Stati membri (MSC) ha approvato all'unanimità l'individuazione di quattro sostanze come estremamente problematiche (SVHC):

  • 4,4'-isopropilidendifenolo (bisfenolo A) (CE 201-245-8; CAS 80-05-7);
  • acido nonadecafluorodecanoic (PFDA) e suoi sali di sodio e di ammonio (CE 206-400-3; CAS 335-76-2);
  • 4-eptilfenolo, ramificato e lineare (4-HPbL) (CE -, CAS -);
  • 4-ter-pentilfenolo (PTAP) (CE 201-280-9; CAS 80-46-6).

Queste verranno aggiunte da ECHA in Candidate list in gennaio 2017.

Per le sostanze:

  • 4-ter-butil fenolo (PTBP) (CE 202-679-0; CAS 98-54-4);
  • benzene-1,2,4-tricarbossilici acido 1,2-anidride (anidride trimellitica, TMA) (CE 209-008-0; CAS 552-30-7)

nessun accordo unanime è stato raggiunto dal MSC sull'identificazione come SVHC, pertanto ECHA presenterà le opinioni su queste due sostanze alla Commissione europea che avrà tre mesi per preparare progetti di proposta sulla loro identificazione come sostanze estremamente problematiche e prendere una decisione definitiva in merito.

Biocidi: pareri su 7 principi attivi

Durante l'ultimo incontro il Comitato sui prodotti biocidi (BPC) ha adottato pareri sui seguenti principi attivi e tipi di prodotto (PT):

  • Peracetic acid generated from tetra-acetylethylenediamine (TAED) and sodium percarbonate: per product-types 2, 3 e 4;
  • Active chlorine released from sodium hypochlorite: per product-types 1, 2, 3, 4 e 5;
  • Active chlorine released from calcium hypochlorite: per product-types 2, 3, 4 e 5;
  • Active chlorine released from chlorine: per product-types 2 e 5;
  • MIT per product-type 11; e
  • OIT per product-type 8.

Per la sostanza MBIT è stato invece adottato un parere che propone la non approvazione per il product-type 13 (Tipo di prodotto 13: Preservanti per i fluidi utilizzati nella lavorazione o il taglio).

Domande di autorizzazione: 19 pareri di RAC e SEAC

Il Comitato di valutazione dei rischi (RAC) e il Comitato per l'analisi socioeconomica (SEAC) hanno adottato 19 pareri definitivi relativi alle domande presentate per gli impieghi dei composti di cromo esavalente da parte del settore aerospaziale e nell'industria per trattamenti di superfici.
Si segnala inoltre che il RAC ha iniziato la discussione sulla classificazione del Glifosato, uno dei principi attivi maggiormente utilizzati nei pesticidi.

Armonizzazione comunicazione ai Centri antiveleni

Per rendere più facile per i centri antiveleno dare consigli in situazioni di emergenza, le aziende avranno in un prossimo futuro l'obbligo di mettere un identificatore unico di formula (unique formula identifier - UFI) sulle etichette delle loro miscele pericolose. Le aziende dovranno anche comunicare questo identificativo ai centri antiveleni come parte della notifica, che sarà in un formato armonizzato. Il generatore di UFI è ora disponibile sul sito Poison Centres dell'ECHA. 

REACH 2018: invio del dossier di registrazione

Si segnala che è disponibile la registrazione del recente webinar REACH 2018: Submit your registration dossier, incentrato sulle modalità di invio del dossier di registrazione ma anche sulle nuove caratteristiche del portale REACHit.

Restrizione Piombo e suoi composti in PVC

Presentato il dossier per la proposta di restrizione del Piombo e i suoi composti come stabilizzanti nel PVC. Il dossier sarà soggetto ad un controllo di conformità da parte dei comitati dell'ECHA (RAC e SEAC). Se il dossier passerà il controllo di conformità, la consultazione pubblica è prevista per febbraio 2017.

Guide ECHA

Disponibile l'aggiornamento delle guide:

E' inoltre disponibile:

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulla proposta di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Substance name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
2-phenylhexanenitrile 423-460-8 3508-98-3 07/12/2016 01/02/2017
2,2'-methylenebis(6-(2H-benzotriazol-2-yl)-4-(1,1,3,3-tetramethylbutyl)phenol) 403-800-1 103597-45-1 16/12/2016 09/02/2017
dibutylbis(pentane-2,4-dionato-O,O')tin 245-152-0 22673-19-4 16/12/2016 09/02/2017
carboxin (ISO); 2-methyl-N-phenyl-5,6-dihydro-1,4-oxathiine-3-carboxamide; 5,6-dihydro-2-methyl-1,4-oxathiine-3-carboxanilide 226-031-1 5234-68-4 20/12/2016 13/02/2017
metaflumizone (ISO); (EZ)-2'-[2-(4-cyanophenyl)-1-(α,α,α-trifluoro-m-tolyl)ethylidene]-[4-(trifluoromethoxy)phenyl]carbanilohydrazide [E-isomer > 90%, Z-isomer <10% relative content] [1] (E)-2'-[2-(4-cyanophenyl)-1-(α,α,α-trifluoro-m-tolyl)ethylidene]-[4-(trifluoromethoxy)phenyl]carbanilohydrazide [2] - 139968-49-3

852403-68-0
20/12/2016 13/02/2017

 

Le informazioni sono tratte da htttp://echa.europa.eu

Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in danese conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR. Si ricorda che l'entrata in vigore dell'ADR edizione 2017 è fissata al 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.

Si segnala la pubblicazione sul sito dell'UNECE della nota C.N.891.2016.TREATIES del 7 dicembre 2016 con la quale sono proposte alcune correzioni all'allegato A e B dell'Accordo ADR così come modificato con l'edizione 2017. Le modifiche proposte mirano a correggere alcuni errori presenti nelle versioni in inglese e francese dell'allegato A e B dell'Accordo ADR.

9 sostanze SVHC prioritarie per l'autorizzazione

ECHA ha individuato 9 sostanze SVHC come prioritarie per l'inserimento nell'allegato XIV di REACH, ovvero nell'elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione.
La decisione finale in merito all'inclusione delle sostanze nell'allegato XIV sarà presa dalla Commissione europea in collaborazione con gli Stati membri e il Parlamento europeo.
In allegato l'elenco delle sostanze in questione con un esempio di uso.

31 maggio 2017: ultima data per la preregistrazione tardiva!

Se si è recentemente iniziato a fabbricare o importare una sostanza phase-in non classificata come cancerogena, mutagena o tossica per la riproduzione (CMR) in quantità da 1 a 100 tonnellate all'anno, è possibile pre-registrare la sostanza entro sei mesi dall'inizio dell'attività e al più tardi entro il 31 maggio 2017, così da beneficiare della proroga per la registrazione fino al 31/05/2018.
Se non si dispone di una pre-registrazione valida o della registrazione per la sostanza dopo il 31 maggio 2017, sarà necessario presentare un inquiry ad ECHA e registrare la sostanza prima di poter produrre o importare una sostanza in quantità pari o superiore a 1 t/anno. Lo stesso vale già ora se si produce o si importa 100 o più tonnellate/anno di una sostanza o 1 tonnellata o più di una sostanza CMR all'anno.

SDS: Aggiornata la Guida interattiva

Disponibile l'aggiornamento della pratica guida interattiva sulle SDS. La guida, oltre a dare informazioni sulle informazioni da riportare nelle singole sezioni, contiene esempi di SDS e di scenari espositivi.
Si segnala anche la pubblicazione della Guida alla registrazione Versione 3.0.

Vigilanza: Aggiornamenti

Il prossimo progetto di vigilanza sulla conformità delle aziende REACH-EN-FORCE-6 (REF-6) sarà incentrato sul controllo della classificazione ed etichettatura delle miscele, nonché la verifica delle rilevanti sezioni della SDS. Il progetto avrà "moduli opzionali", che consentiranno alle Autorità nazionali di verificare una serie di obblighi CLP tra cui l'obbligo di notifica della C&L e l'obbligo di utilizzare la classificazione ed etichettatura armonizzata delle sostanze.
Sono iniziate le ispezioni del progetto pilota sul controllo delle vendite su internet di sostanze pericolose. Gli ispettori controllano se i venditori forniscono le informazioni richieste in caso di vendita on-line di sostanze chimiche pericolose.
Il Forum ha iniziato i preparativi per il progetto pilota sulle sostanze SVHC in articoli con l'intenzione di avviare le ispezioni nel 2017. Il progetto esaminerà il rispetto dell'obbligo di notifica delle sostanze estremamente problematiche (SVHC) in articoli e dei requisiti per la comunicazione di informazioni sulle SVHC nella catena di fornitura. Infine, il Forum ha concordato un progetto pilota che dovrebbe iniziare nel 2018 incentrato sugli obblighi previsti dal regolamento PIC, in particolare sulla notifica di esportazione.

Mappe d'uso per settori

Pubblicate le mappe degli usi da parte delle associazioni di settore per saponi, detergenti e prodotti di manutenzione (A.I.S.E.), per i cosmetici e prodotti per la cura personale (Cosmetics Europa) e per adesivi e sigillanti (FEICA). ECHA raccomanda l'uso di queste mappe per migliorare la comunicazione nella catena di approvvigionamento, in particolare ai dichiaranti per la preparazione o revisione dei dossier di registrazione per le sostanze interessate.

Nuovi requisiti per sensibilizzazione della pelle: attenzione per i Dossier!

I nuovi requisiti REACH per la sensibilizzazione della pelle introdotti con il regolamento Regolamento (UE) 2016/1688 sono entrati in vigore lo scorso 11 ottobre. Per valutare se una sostanza può provocare o meno una sensibilizzazione cutanea è ora possibile ricorrere a studi in vivo solo se i metodi di prova alternativi non sono applicabili alla sostanza in esame oppure se i risultati degli studi non sono appropriati ai fini della classificazione della sostanza. E' importante ricordarsi di prendere in considerazione questo cambiamento al momento della presentazione del dossier di registrazione ad ECHA, altrimenti il fascicolo non passerà il controllo di completezza.

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulla proposta di classificazione e di etichettatura armonizzata per le sostanze:

Substance name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
disodium 4-amino-6-((4-((4-(2,4-diaminophenyl)azo)phenylsulfamoyl)phenyl)azo)-5-hydroxy-3-((4-nitrophenyl)azo)naphthalene-2,7-disulfonate 421-880-6 201792-73-6 21/11/2016 16/01/2017
dodecyl methacrylate 205-570-6 142-90-5 02/11/2016 19/12/2016
Ethanol, 2,2'-iminobis-, N-(C13-15-branched and linear alkyl) derivs 308-208-6 97925-95-6 21/11/2016 16/01/2017
nickel bis(sulfamidate)|nickel sulfamate 237-396-1 13770-89-3 21/11/2016 16/01/2017

 

CoRAP 2017-2019

ECHA ha preparato una proposta per aggiornare il piano d'azione a rotazione comunitario (CoRAP) per il triennio 2017-2019. Gli Stati membri stanno pianificando di valutare 117 sostanze, di cui 22 sostanze nuove. Il progetto definitivo sarà adottato nel marzo 2017. ECHA raccomanda ai dichiaranti delle sostanze elencate di iniziare a coordinare le loro azioni contattando gli Stati membri che effettueranno la valutazione.

Biocidi: aggiornata la piattaforma R4BP3

R4BP3, la piattaforma centralizzata attraverso cui vengono presentate tutte le domande relative ai biocidi, è stata aggiornata per supportare nuove funzionalità per l'autorizzazione dell'Unione e l'autorizzazione degli stessi biocidi.

Consultazione pubblica su principi attivi biocidi

Lanciate da ECHA le consultazioni pubbliche sulle seguenti sostanze attive come potenziali candidati alla sostituzione ai sensi del regolamento sui biocidi:

Name Product type EC number CAS number
Start date for providing information Deadline for providing information
3,3’-methylene-bis[5-methyloxazolidine] (Oxazolidin/MBO) [In the RAC Opinion on the CLH proposal for MBO the following name was used: Reaction product of paraformaldehyde and 2-hydroxypropylamine (ratio 3:2)] 2, 6, 11, 12 and 13 266-235-8 66204-44-2 04/11/2016 03/01/2017
α,α′,α″-trimethyl-1,3,5-triazine-1,3,5(2H,4H,6H)-triethanol (HPT) [In the RAC Opinion on the CLH proposal for HPT the following name was used: Reaction product of paraformaldehyde and 2-hydroxypropylamine (ratio 1:1)] 2, 6, 11 and 13 246-764-0 25254-50-6 04/11/2016 03/01/2017
Acetamiprid 18 - 135410-20-7 160430-64-8 18/11/2016 17/01/2017

 

Richiesta di commenti

Si segnala la richiesta di commenti da parte di ECHA:

Le informazioni dovranno essere inviate a ECHA entro il 09/01/2017 dalle parti interessate.

 

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

 

Sono disponibili sul sito dell'UNECE le Istruzioni scritte in inglese, francese e russo conformi al 5.4.3 come modificato dall'edizione 2017 dell'Accordo ADR. Si ricorda che l'entrata in vigore dell'ADR edizione 2017 è fissata al 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.

E' stata pubblicata la Decisione (UE) 2016/2003 della Commissione del 14 novembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L308 del 16/11/2016) che proroga la validità dei criteri ecologici per l'assegnazione del marchio di qualità ecologica dell'Unione europea a taluni prodotti, fra questi si segnalano:

  • detersivi per bucato (proroga al 31 dicembre 2017)
  • detersivi per lavastoviglie (proroga al 31 dicembre 2017)
  • detersivi per piatti (proroga al 31 dicembre 2017)

In vista della seconda revisione del Regolamento REACH prevista per il 2017, si è avviata la fase di valutazione del Regolamento stesso che include l'esame di 5 criteri fondamentali: efficacia, efficienza, rilevanza, coerenza e valore aggiunto.
E' stata avviata una consultazione pubblica che terminerà il 28 gennaio 2017.

Disponibile la bozza del decimo adeguamento al progresso tecnico e scientifico del CLP la cui pubblicazione è attesa nel febbraio 2017. Questo nuovo ATP introduce nuove e riviste voci per la classificazione ed etichettatura armonizzate di numerose sostanze.

E' stato pubblicato il Regolamento (UE) 2016/1688 della Commissione del 20 settembre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L255 del 21/09/2016) che modifica l'allegato VII del REACH per quanto riguarda la sensibilizzazione cutanea.
In particolare è stato modificato il punto 8.3 inerente la sensibilizzazione cutanea, la modifica mira a ridurre la sperimentazione sugli animali.
Per valutare se una sostanza può provocare o meno una sensibilizzazione cutanea è stata introdotta la possibilità di ricorrere alle informazioni disponibili ottenute applicando metodi di prova alternativi: solo se i metodi di prova alternativi non sono applicabili alla sostanza in esame oppure i risultati degli studi non sono appropriati ai fini della classificazione della sostanza, allora è possibile ricorrere a studi in vivo.

Con il 1 gennaio 2017 entrerà in vigore la 58esima edizione del manuale IATA Dangerous Goods Regulations. Ecco un documento con il riassunto delle principali novità così come anticipate dallo IATA e un video in inglese nel quale sono brevemente illustrate.

 

Le informazioni sono tratte da www.iata.org

Registrazione sostanze: pubblicato l'elenco dei Lead registrant

Pubblicato l'elenco di sostanze per le quali è presente un dichiarante capofila che ha dato il consenso alla pubblicazione del proprio nominativo.
L'elenco comprende circa 7000 sostanze ed è un grande aiuto per quanti desiderino procedere con la registrazione.

Registrazione REACH come member registrant: ora anche senza IUCLID6

Nel webinar dello scorso 4 ottobre ECHA ha illustrato la nuova funzionalità di REACHit, che consente ora di preparare direttamente online il dossier di registrazione come member registrant in una registrazione congiunta. La registrazione come Lead registrant deve invece essere ancora fatta esclusivamente utilizzando IUCLID6.

Allegato VI CLP: tabella delle voci aromizzate

Disponibile la tabella in formato excel aggiornata al 9 settembre 2016 con le classificazioni ed etichettature armonizzate come da allegato VI al CLP.

Biocidi: pareri su 4 principi attivi

Il Comitato sui prodotti biocidi (BPC) si è riunito per la diciassettesima volta dal 11 al 12 ottobre 2016 e ha adottato pareri sui seguenti principi attivi e tipi di prodotto (PT):

  • Dichlofluanid per product-type 21
  • Silcium dioxide Kieselguhr per product-type 18
  • Pyrogenic, synthetic amorphous silicon dioxide, nano, surface treated per product-type 18

Per la sostanza PHMB è stato invece adottato un parere che propone la non approvazione per il product-type 5 (uso per disinfezione di acqua potabile per il consumo umano e animale).

Consultazioni pubbliche su proposte di CLH

Avviata la consultazione pubblica sulla proposta di modifica della classificazione e dell'etichettatura armonizzata per la sostanza:

Substance name  
EC number CAS number
Start of consultation
Deadline for
commenting 
Ethylene oxide 200-849-9 75-21-8 04/10/2016 18/11/2016

 

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

Vi segnaliamo il webinar gratuito del nostro partner 3E Company che si svolgerà il 2 novembre p.v. sulla legge californiana denominata "Proposition 65".
La Proposition 65 stabilisce che nessuna azienda deve consapevolmente e deliberatamente esporre una persona ad una sostanza chimica caratterizzata da proprietà cancerogene o teratogene senza prima dare a tale persona una comunicazione chiara e ragionevole dei rischi. In particolare, per le sostanze elencate nella Proposition 65, un'azienda deve fornire una adeguata segnalazione prima di esporre le persone alla sostanza al di sopra dei livelli di sicurezza (safe harbor level). Per iscriversi al webinar link qui.

L'Italia ha sottoscritto in data 26/09/2016 i seguenti Accordi Multilaterali:

  • M256 - Trasporto di ammoniaca in soluzione (N° ONU 2672) in IBC rigidi e compositi – Validità fino al 31 Gennaio 2018. Flashpoint si è fatta promotrice, in collaborazione con AssICC, della sottoscrizione da parte dell’Italia dell’Accordo Multilaterale M256.
  • M292 - Trasporto di batterie al litio danneggiate trasportate alle condizioni approvate dall’autorità competente in base alla disposizione speciale 376 – Validità fino al 31 Dicembre 2016
  • M294 - Trasporto di prototipi di pre-produzione di grandi assemblaggi di batterie al litio ionico (UN 3480) – Validità fino al 31 Dicembre 2017
  • M295 - Trasporto di pile e batterie al litio di serie di produzione, che si compongono al massimo di 100 pile e batterie, o prototipi di pre-produzione di pile e batterie trasportati per le prove (UN 3090 - UN 3091 - UN 3480 - UN 3481) – Validità fino al 31 Dicembre 2016
  • M296 - Trasporto di batterie al litio ibride, contenenti sia pile al litio metallico primarie che pile al litio ionico ricaricabili – Validità fino al 30 Giugno 2019


Per una panoramica di tutti gli accordi in deroga firmati dall'Italia si rimanda al sito UNECE.

Si segnala inoltre che:

  • E' stata pubblicata sul sito dell'UNECE la nota C.N.744.2016.TREATIES-XI.B.14  con la quale è comunicata l'approvazione delle modifiche agli allegati A e B dell'Accordo ADR come proposto nella nota C.N.443.2016.TREATIES-XI.B.14 del 12 luglio 2016. Il consenso degli Stati membri dell'UE sul nuovo testo degli allegati A e B dell'ADR e dell'ADN è stato ufficializzato con la Decisione UE n. 2016/17952016/1795.
    L’entrata in vigore dell’ADR edizione 2017 è fissata al 1 gennaio 2017 per i trasporti internazionali di merci pericolose.

  • E' stata pubblicata sul sito dell'UNECE la nota C.N.630.2016.TREATIES-XI.B.14 con la quale è stata ratificata l’adesione della Georgia all’Accordo ADR.

E' stato pubblicato il Regolamento di Esecuzione (UE) 2016/1802 della Commissione dell'11 ottobre 2016 (G.U. dell'Unione Europea L275 del 12/10/2016) che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 414/2013 sulla procedura di autorizzazione di uno stesso biocida, conformemente alle disposizioni del regolamento (UE) n. 528/2012.
Le aziende sono ora in grado di ottenere un'autorizzazione nazionale dello stesso prodotto nei casi in cui il corrispondente prodotto di riferimento sia stato autorizzato tramite autorizzazione dell'Unione o sia oggetto di una relativa domanda di autorizzazione. Il regolamento entrerà in vigore il 1° novembre.

Segnaliamo con piacere l'evento CHIMIvigila, 2° Convegno organizzato da EDAM con il patrocinio dei VVFF Comando Provinciale di Milano, che si svolgerà il 16 novembre 2016 presso il Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Via Messina 35 -37 in Milano, tra i relatori anche il Dott. Scibilia di Flashpoint.

Per maggiori informazioni consultate il sito dedicato www.chimivigila.it

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.