Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Gennaio 2010

Con D.d.s. n. 13935 del 14 dicembre 2009, pubblicato il 22 dicembre 2009 sul 1° supplemento straordinario al n. 51 del Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia, sono stati riaperti i termini per la presentazione di domande di finanziamento, da parte delle PMI, per l’acquisizione di servizi di supporto per la gestione delle sostanze chimiche di cui al regolamento REACH.
La riapertura del bando intende supportare le imprese nell’acquisizione di servizi (formazione e consulenza) con un contributo, a fondo perduto, fino al 50% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di 10.000 euro. Le risorse complessive disponibili ammontano a circa 750.000 euro.
Le domande potranno essere presentate entro (e non oltre) le ore 12.00 di venerdì 26 febbraio 2010.
Con la pubblicazione del Regolamento n. 15/2010 della Commissione del 7 gennaio 2010 sono stati apportati degli emendamenti al Regolamento n. 689/2008 relativo all’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose. Il Regolamento n. 15/2010 modifica l’Allegato I al Regolamento n. 689/2008 che prevede l’obbligo di notifica per l'esportazione e la procedura di previo assenso informato nel commercio internazionale (PIC) di talune sostanze chimiche pericolose e di pesticidi a seguito degli atti normativi adottati nell’UE per alcune sostanze chimiche ai sensi del Regolamento REACH e delle norme concernenti l’immissione sul mercato dei biocidi e dei prodotti fitosanitari.
Ricordiamo che il Regolamento n. 689/2008, così come modificato, attua la convenzione di Rotterdam sulla procedura di assenso preliminare nel commercio internazionale per talune sostanze chimiche e pesticidi pericolosi.Reg_UE_15_2010.pdf
Nella seduta del 22 gennaio 2010 il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per le politiche europee e del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, ha definitivamente approvato il Decreto Legislativo per il recepimento della direttiva 2008/68/CE sul trasporto interno di merci pericolose effettuato su strada, per ferrovia o per via navigabile interna, sia in Italia che fra Stati comunitari; le regole riguardano le operazioni di carico e scarico, il trasferimento da un modo di trasporto all’altro e le soste rese necessarie dalle condizioni di trasporto. Nei prossimi giorni sia attende la pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale.
Con la pubblicazione dei due decreti del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali del 3 dicembre 2009 (G.U.R.I. n. 13 del 18 gennaio 2010), le sostanze attive thiacloprid ed indoxacarb vengono incluse nell'allegato I della direttiva 98/8/CE (immissione sul mercato dei biocidi) in attuazione, rispettivamente, della direttiva 2009/88/CE del 30 luglio 2009 e della direttiva 2009/87/CE del 29 luglio 2009.
Il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ha sottoscritto l'accordo per la costituzione dell'Osservatorio nazionale tessile, abbigliamento, pelle e calzature.
L’Osservatorio avrà il compito di impedire l'immissione sul mercato dell’UE di merci non conformi alle normative comunitarie ed in particolare non conformi alle disposizioni del Regolamento REACH, in modo da tutelare efficacemente la salute dei consumatori finali.
Con l’emanazione del decreto legge 30 dicembre 2009 ("Milleproroghe") vengono prorogati alcuni termini in materia ambientale ed in particolare il decreto legge proroga al 17 maggio 2010 l'entrata in vigore del disposto dell’art. 7 comma 2 del Decreto Legislativo n. 161 del 27 marzo 2006 (“Attuazione della direttiva 2004/42/CE per la limitazione delle emissioni di composti organici volatili conseguenti all'uso di solventi in talune pitture e vernici, nonché in prodotti per la carrozzeria") permettendo di non applicare i valori limite previsti dall'allegato II al suddetto D.Lgs. n. 161 ai prodotti elencati nell'allegato I, solo nel caso in cui siano immessi sul mercato per essere destinati a miscelazione o utilizzazione esclusivamente in Stati non appartenenti all'Unione europea.
Con la pubblicazione del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 9 dicembre 2009 (G.U.R.I. n. 4 del 7 gennaio 2010) viene regolamentato il trasporto di bombole di gas per uso domestico, su navi da passeggeri in viaggi nazionali, adottando misure equivalenti a quelle previste nell’IMDG Code.DM_I&T_09_12_09.pdf
Le Parti Contraenti dell’Accordo ADR avevano tempo fino al 31 dicembre 2009 per classificare le gallerie secondo le disposizioni riportate al capitolo 1.9. A partire dal 1° gennaio 2010 le disposizioni nazionali, che regolavano la restrizione al passaggio in galleria dei veicoli trasportanti merci pericolose, sono state infatti superate dalle disposizioni previste al 1.9 dell’ADR come specificato nella misura transitoria al 1.6.1.12.
Le Parti Contraenti avevano l’obbligo di comunicare la classificazione adottata per le gallerie presenti sul proprio territorio nazionale al Segretariato dell’ECE-ONU che doveva rendere tali informazioni accessibili al pubblico sul suo sito Internet.
Ad oggi constatiamo però che molte Parti Contraenti, tra cui l’Italia, non hanno ancora provveduto ad effettuare la classificazione delle gallerie assegnando i codici da “A” ad “E” previsti al 1.9.5.2 dell’ADR.
Segnaliamo pertanto che le gallerie non ancora classificate sono da considerare in categoria “A” e quindi il passaggio dei veicoli attraverso tali gallerie può avvenire senza che si applichino restrizioni particolari alle merci pericolose trasportate.
* Candidate list aggiornata con nuove 14 sostanze “altamente problematiche” (SVHC), omessa all’ultimo momento l’Acrilamide
In data 13 gennaio 2010 l’ECHA ha aggiunto 14 sostanze chimiche alla “Candidate List” di Substances of Very High Concern (SVHC) pertanto tutte le aziende che fabbricano o importano tali sostanze, in quanto tali o contenute in miscele o in articoli, devono osservare i loro obblighi specifici ai sensi delle disposizioni del Regolamento REACH. La decisione di inserire queste sostanze nell’Allegato XIV (sostanze soggette ad autorizzazione) verrà presa successivamente.
Segnaliamo che in realtà le sostanze proposte per l’inserimento nella “candidate list” erano 15 (si veda Newsletter dicembre 2009, n. 73) e che, all’ultimo momento, l’ECHA ha omesso dalla nuova lista la sostanza ACRILAMIDE.
In data 5 gennaio infatti la Polyelectrolyte Producers Group (PPG) e la French acrylamide producer (SNF) hanno presentato una domanda di annullamento alla Corte Generale UE (un ramo della Corte di Giustizia dell’Unione Europea) per l’inserimento dell’acrilamide nella “candidate list”.
Il Presidente della Corte Generale ha sospeso l’inserimento da parte dell’ECHA della sostanza “SVHC” nella lista delle sostanze candidate per l’autorizzazione fino a che la disputa legale non si sia conclusa.

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

* Disponibile il “Technical Completeness Check” di IUCLID 5
E’ disponibile in rete il “Technical Completeness Check” (TCC) tool plug-in che permette il controllo della completezza dei dossiers di registrazione e delle notifiche PPORD prima della presentazione ufficiale all’ECHA. A seguito della pubblicazione di questo nuovo strumento il “Technical Completeness Check Tool for Product and Process Orientated Research and Development (PPORD)” non è più disponibile perché sostituito integralmente dal suddetto TCC.
Segnaliamo infine che il TCC plug-in può essere utilizzato solo con la versione aggiornata di IUCLID (5.1) pubblicata il 16 Gennaio 2009.

* Consultazione pubblica per le proposte di classificazione ed etichettatura
Per la consultazione pubblica l’ECHA ha pubblicato il 18 Gennaio u.s. la proposta di classificazione ed etichettatura armonizzata per le seguenti tre sostanze:
- WHITE SPIRITS (ragia minerale)
- FUBERIDAZOLE (un fungicida)
- THIACLOPRID (un insetticida)
La consultazione terminerà il 3 marzo 2010.

* Aggiornata la guida alle esenzioni dell’Allegato V di REACH
L’ECHA ha pubblicato la bozza della guida aggiornata sulle esenzioni dell’Allegato V di REACH. Il documento, comprendente i commenti del “REACH enforcement Forum”, passa adesso al Comitato CARACAL (Competent Authorities for REACH and the Classification, Labelling and Packaging Regulation) per i commenti del caso.
L’art. 2 par. 7 b) di REACH stabilisce solo dei criteri generali per esentare le sostanze dall’obbligo di registrazione mentre la guida è stata preparata per fornire una spiegazione dettagliata e le informazioni di base per l’applicazione delle differenti esenzioni e quindi chiarire quando un’esenzione può essere applicata.

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.