Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Ottobre 2004

Il Comitato promotore per la Fondazione ORANGE PROJECT ha inaugurato ieri 18 ottobre il CALL CENTER ORANGE, un servizio che prevede una consulenza professionale telematica, sotto forma di pareri motivati, inviata esclusivamente via web con notifiche tramite e-mail.
L’invio delle richieste di consulenza (domanda singola o domanda multipla) da parte dell’utente è consentito previo acquisto di “gettoni” secondo le istruzioni riportate nella scheda utente CALL CENTER resa visibile all’utente registrato. Il costo dei gettoni potrà variare in funzione dell’entità dell’acquisto (1, 5, 10 gettoni) ed in funzione dell’utente (singolo o convenzionato). Nel caso che la richiesta di consulenza preveda domande multiple sarà richiesto all’utente di confermare una o più delle domande e di stabilire una priorità di invio delle risposte.
Prima della richiesta si invita l'utenza a leggere per esteso le condizioni generali di contratto.

Segnaliamo l’ottimo risultato ottenuto dal Convegno sul trasporto di merci pericolose organizzato dal Comitato ORANGE PROJECT ARS Edizioni Informatiche e FEDERCHIMICA, svoltosi lo scorso 15 ottobre a Modena in occasione della Fiera Ambiente Lavoro 2004.
Il Convegno ha raccolto circa 400 partecipanti che hanno seguito con interesse i vari interventi dei relatori presenti. Naturalmente gli organizzatori del Convegno hanno manifestato grande soddisfazione per la consistente partecipazione di operatori del settore alla giornata in cui
sono state presentate in anteprima nazionale le traduzioni in italiano dell'ADR/RID 2005. Fra i relatori era presente anche l’autore delle traduzioni ovvero l’Ing. Sergio Benassai, Presidente del Comitato Esperti ONU sulle Merci Pericolose e Presidente del GHS (Global Harmonization System), nonché coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico di Orange Project.
A seguito di richieste pervenuteci da alcuni operatori del settore segnaliamo che Il D.M. 10 giugno 2004 - Modifica al decreto ministeriale 15 maggio 1997, recante «Attuazione della direttiva 96/86/CE del Consiglio dell'Unione europea che adegua al progresso tecnico la direttiva 94/55/CE, in materia di trasporto di merci pericolose» - contiene una modifica all'art. 4 del D.M. Trasporti e Navigazione 15 maggio 1997; dopo il comma 5 è stato aggiunto, tra l'altro, il comma 5-sexies seguente:
I cittadini italiani titolari di certificato di formazione professionale, conseguito presso uno Stato non appartenente alla Unione europea, devono, entro un anno, convertirlo presso un ufficio periferico della direzione generale della motorizzazione e della sicurezza del trasporto terrestre.
Al momento non è stato ancora pubblicato il dispositivo applicativo del suddetto decreto in cui è riportata la procedura per la conversione del C.F.P. ADR.
Fino a quel momento non è possibile praticamente convertire il documento presso un ufficio periferico del D.T.T.
Il giorno 8 ottobre un incidente ha coinvolto quattro automezzi pesanti a circa un chilometro dall'uscita italiana del tunnel del Frejus, valico alpino che collega Italia e Francia.
L'incidente ha provocato il ferimento leggero di una persona e la circolazione, completamente interrotta per quasi sei ore, è stata ristabilita poco prima delle dodici.
Due mezzi pesanti si sono scontrati frontalmente intorno alle 6.30 mentre altri mezzi pesanti, frenando per evitarli ma finiti trasversalmente, hanno bloccato il traffico.
Uno degli automezzi implicati trasportava materie soggette al regime ADR ovvero metilpentano, materia liquida infiammabile, e silicato di piombo, materia pericolosa per l’ambiente, che si è sparso sulla carreggiata dopo la frenata dell’autista.
I soccorsi sono stati immediati e sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco, di polizia e carabinieri, oltre alle ambulanze del 118.
Si è resa necessaria l'evacuazione degli autisti di 19 altri veicoli che si trovavano nel tunnel.
La situazione, come dichiarato dall’agenzia regionale per l'ambiente, è stata sempre sotto controllo, poiché non vi sono state perdite di “sostanze tossiche” all'interno della galleria.
I mezzi pesanti in viaggio verso l'Italia sono stati deviati verso il tunnel del Monte Bianco.
Secondo il regolamento in vigore, i mezzi pesanti che trasportano materie soggette al regime ADR devono comunicarlo prima dell'entrata nella galleria per essere scortati.
La circolare fornisce istruzioni e segnalazioni relative al D.M. 10 giugno 2004 che ha modificato il D.M. 15 maggio 1997, recante 'Attuazione della direttiva 96/86/CE del Consiglio dell’Unione europea che adegua al progresso tecnico la direttiva 94/55/CE, in materia di trasporto di merci pericolose'.
Segnaliamo che in particolare il comma 5-bis del suddetto decreto prevede che il certificato di formazione professionale sia consegnato all’allievo al termine dell’esame sostenuto con esito positivo.
Segnaliamo inoltre che sono stati eliminati i tempi minimi per la presentazione della richiesta di approvazione dei corsi e della richiesta delle sedute di esame. Circ_26_07_04_n2947.pdf
Sulla G.U.C.E. L 293 del 16/09/2004 è stata pubblicata la Direttiva 2004/89/CE della Commissione del 13 settembre 2004 che adatta per la quinta volta al progresso tecnico la direttiva 96/49/CE del Consiglio per il ravvicinamento
delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose per ferrovia (adeguamento alle disposizioni del RID edizione 2005).
Le versioni nelle lingue ufficiali della Comunità saranno pubblicate non appena sarà disponibile in tali lingue il testo delle modifiche del RID 2003.2004_89_CE.pdf
Il giorno 15 ottobre 2004 si terrà a Modena presso la Fiera Ambiente Lavoro 2004 un Convegno sul trasporto di merci pericolose organizzato dal Comitato ORANGE PROJECT, ARS Edizioni Informatiche e FEDERCHIMICA.
Nel corso della giornata verranno presentate in anteprima nazionale le traduzioni in italiano dell'ADR/RID 2005.
Flashpoint, impegnata direttamente nella promozione della Fondazione ORANGE PROJECT, ritenendo di eccezionale importanza la possibilità di disporre in 'tempo utile' delle traduzioni in italiano dell'ADR/RID, invita tutti gli operatori del settore a partecipare al Convegno.
Qui sotto il link per scaricarsi il modulo di iscrizione gratuita al Convegno di Modena.
Con la circolare DTT prot. n. 209 del 11/10/2004 il candidato, che deve conseguire il C.F.P. ADR, deve produrre, in duplice esemplare, una istanza in carta semplice nella quale deve dichiarare che la richiesta di sostenere l’esame presso l'ufficio adito, diverso da quello della provincia di residenza, è giustificata da consistenti motivazioni di natura logistica, di lavoro, di studio etc.
L'istanza, della quale è allegato alla presente un fac-simile, deve essere rivolta al Direttore dell'Ufficio provinciale adito e deve essere sostenuta da documentazione idonea a comprovare le motivazioni addotte (copia del certificato di iscrizione universitaria, attestazione del datore di lavoro etc.).
circ_DTT_11_10_04_n204.pdf

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.