Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Novembre 2008


Ultimi giorni per la pre-registrazione!


Con l’avvicinarsi del 1 dicembre, termine per effettuare la pre-registrazione delle sostanze phase-in importate/fabbricate in quantità pari o sopra 1 t/anno, cresce il numero di utenti sul portale REACH-IT e crescono, di conseguenza, i disagi... Infatti i numerosi interventi straordinari effettuati dall’ECHA per cercare di rendere efficiente il portale hanno migliorato le prestazioni ma non hanno eliminato del tutto i problemi: sono ancora segnalati numerosi blocchi ed errori, causati dal numero impressionante di visitatori (il numero totale di pre-registrazioni al 24/11/08 è 1.620.062 ! ).
L’ECHA ha evidenziato che il termine per l’invio delle pre-registrazioni resterà comunque quello stabilito dal Regolamento REACH, non sono previste proroghe e tutte le pre-registrazioni dovranno essere effettuate entro il 1 dicembre.
Uniche consolazioni per gli utenti che stanno trovando difficoltà nel pre-registrare:
  • è disponibile un sistema di risposta rapido (in inglese) per tutti i dubbi sulla pre-registrazione che sarà attivo   fino al 1 dicembre: la web form da utilizzare è all’indirizzo http://echa.europa.eu/about/contact-form_en.asp
  • se il sistema REACH-IT non dovesse essere in grado di assorbire tutte le richieste di pre-registrazione, prima della deadline l’ECHA fornirà un metodo di invio alternativo attivo negli ultimi giorni.

Pre-registrazioni: in rete la seconda lista di sostanze preregistrate

L’ECHA ha pubblicato una seconda lista parziale delle sostanze pre-registrate al 1° novembre 2008  (più di 50.000!) con lo scopo dichiarato di aiutare gli utilizzatori a valle, che potranno così verificare se le sostanze di loro interesse sono state già pre-registrate.
La lista è consultabile all'indirizzo http://apps.echa.europa.eu/preregistered/pre-registered-sub.aspx


Draft guidance per Allegato V e Rifiuti

La Commissione Europea ha pubblicato sul suo sito http://ec.europa.eu/enterprise/reach due “draft guidance” sull’interpretazione dell’Allegato V del REACH e sui rifiuti e le sostanze recuperate.
I due documenti saranno ora sviluppati dall’ECHA in collaborazione con gli Stati Membri e gli stakeholders rilevanti.

waste_paper_ca_081026_en.pdf

annex_V_guidance_en.pdf


Pubblicazione di una prima lista di sostanze SVHC (substances of very high concern) “candidate" all’inserimento nell’allegato XIV di REACH

Il 28 ottobre l’ECHA ha pubblicato una prima “candidate list” di 15 sostanze “altamente problematiche” ovvero SVHC (Substances of Very High Concern).
La lista sarà aggiornata periodicamente per le sostanze identificate come SVHC.
Si ricorda che l’inclusione di una sostanza nella “candidate list” determina alcuni obblighi, anche immediati, di comunicazione nella catena di approvvigionamento a carico delle aziende interessate.
Per evitare che le imprese svizzere possano soffrire del nuovo regolamento comunitario dei prodotti chimici, il Consiglio federale intende accertare rapidamente le possibilità e le condizioni quadro per una collaborazione con l'Unione Europea e in particolare con l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA). Nel frattempo, il Consiglio federale ha creato uno sportello destinato alle imprese elvetiche presso l'Organo di notifica per i prodotti chimici.

La notizia è tratta dal sito www.bluewin.ch.
Si segnala che nel Consiglio dei Ministri n.28 del 19/11/2008 è stato approvato uno schema di decreto legislativo che disciplina le sanzioni per le violazioni del Regolamento REACH; sul testo verranno acquisiti i pareri delle Commissioni parlamentari.
E’ stato pubblicato il Regolamento (CE) n. 1102/2008 del 22 ottobre 2008 (G.U. dell’Unione Europea L304 del 14/11/2008) relativo al divieto di esportazione e allo stoccaggio in sicurezza del mercurio metallico.

A livello italiano è stato invece pubblicato il decreto Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 30 luglio 2008 (G.U. n. 245 del 18/10/2008) con il quale viene recepita la direttiva 2007/51/CE, che modifica la direttiva 76/769/CEE per quanto riguarda le restrizioni alla commercializzazione di alcune apparecchiature di misura contenenti mercurio.
Tra le disposizioni che si applicheranno a decorrere dal 3 aprile 2009 segnaliamo il divieto di commercializzazione di termometri per la misurazione della temperatura corporea contenenti mercurio.Regolamento_1102_08.pdf
L’Università degli Studi di Pavia ha attivato per l’anno accademico 2008-2009 la 5° edizione del Master Universitario di II livello in “Valutazione e Controllo del Rischio Tossicologico da Inquinanti Ambientali”.
Il Master intende formare figure professionali esperte nella gestione del rischio chimico, anche alla luce delle novità introdotte dal Regolamento REACH recentemente entrato in vigore. Le attività sono articolate in modo da consentire la partecipazione anche a chi già lavora o proviene da lontano.
La scadenza per la presentazione delle domande è il 28 novembre 2008.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Master: http://www.unipv.it/mrt2008-2009 Locandina Master Rischio Tossicologico.pdf

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.