Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

mercipericolose.it

Il Portale delle Merci Pericolose

Newsletter

Trasporti, REACH, CLP
tutte le NEWS gratuite

ISCRIVITI SUBITO!

News Novembre 2009

L’Università degli Studi di Pavia ha attivato per l’anno accademico 2009-2010 la 6° edizione del Master Universitario di II livello “Valutazione e Controllo del Rischio Tossicologico da Inquinanti Ambientali”.
Il Master intende formare figure professionali esperte nella gestione del rischio chimico, anche alla luce delle novità introdotte dai Regolamenti REACH e CLP recentemente entrati in vigore. Le attività sono articolate in modo da consentire la partecipazione anche a chi già lavora o proviene da lontano.
La scadenza per la presentazione delle domande è il 30 novembre 2009.
Informazioni sono disponibili sul sito del Master:

http://www.unipv.it/mrt
La Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Pisa ha pubblicato il bando per il Master Universitario di II livello in “Attività regolatorie: medicinali, prodotti della salute, terapie avanzate, REACH”.
Il Master è dedicato a fornire conoscenze specialistiche sulle diverse tipologie di industrie (farmaceutica, chimica, cosmetica e cosmeceutica, di prodotti destinati ad una alimentazione particolare e integratori, nutraceutici, presidi medici o biocidi, dispositivi medici), sulla loro organizzazione, sugli “aspetti normativi e regolatori” e loro applicazione nell’ambito dello sviluppo, produzione e commercializzazione, nonché sul rapporto con le istituzioni. Maggiori informazioni nel documento allegato.

Master Regolatorio Pisa.pdf
Con la circolare del 26 ottobre 2009 si esplicita che il Decreto dirigenziale 7 luglio 2009 prevede che, nel caso in cui non occorra apportare modifiche nelle approvazioni già rilasciate, la verifica della rispondenza alla nuova edizione dell'ADR 2009 può essere condotta solo su base documentale.Circ_MdT_div3_26_10_09.pdf
Siamo in attesa della pubblicazione del Decreto Legislativo che recepisce a livello nazionale la direttiva 2008/68/CE e quindi delle regolamentazioni ADR, RID e ADN che stabiliscono norme uniformi di sicurezza in materia di trasporti internazionali di merci pericolose. Ricordiamo che la direttiva 2008/68/CE aveva l’obiettivo di armonizzare le condizioni di trasporto delle merci pericolose in tutta la Comunità per garantire il funzionamento del mercato comune dei trasporti.
Il decreto diviene l’unico dispositivo per la regolamentazione del trasporto di merci pericolose su strada, su ferrovia e per vie navigabili interne, abrogando le seguenti direttive comunitarie:
- 94/55/CE (ADR) concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada;
- 96/49/CE (RID) 96/87/ce concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose per ferrovia;
- 96/35/CE relativa alla designazione e alla qualificazione professionale dei consulenti per la sicurezza dei trasporti su strada, per ferrovia o per via navigabile di merci pericolose;
- 2000/18/CE relativa alle prescrizioni minime applicabili all’esame di consulente per la sicurezza dei trasporti su strada, per ferrovia e per via navigabile di merci pericolose.
L’art. 6 del decreto modifica l’art. 168 del codice della strada relativo alla disciplina del trasporto dei materiali pericolosi; in particolare segnaliamo che il Ministro delle infrastrutture e trasporti potrà prescrivere con propri decreti disposizioni più rigorose per la disciplina del trasporto nazionale di merci pericolose effettuato da veicoli.
L’art. 11 modifica le disposizioni di legge applicabili per la figura del Consulente per la Sicurezza dei Trasporti ex Decreto Legislativo n. 40/2000 che diviene il “Consulente alla Sicurezza” il cui nominativo deve essere comunicato dall’impresa entro 15 gg. dalla nomina (oggi 60 gg.) all’ufficio provinciale del DTT competente per territorio.

http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer?tipo=BGT&id=435472
Pubblicate le prime Frequently Asked Questions sul CLP
L’ECHA ha pubblicato un primo elenco di frequently asked questions (FAQs) per supportare le aziende a conformarsi al Regolamento CE n.1272/2008 (CLP). Segnaliamo che il Regolamento CLP sarà il focus dell’ECHA's stakeholder day il 7 dicembre p.v.


Dossiers relativi a C&L armonizzata: pubblicata la bozza di guida
L’ECHA ha pubblicato una guida “draft” sulla preparazione dei dossiers concernenti la classificazione e l’etichettatura armonizzata. La guida è stata inviata per i commenti al “partner expert group” (PEG).


Revisione del capitolo R.12 alla CSA (“sistema dei descrittori d’uso”)
L’ECHA ha inviato una versione aggiornata del capitolo 12 della guida sui requisiti informativi e la valutazione della sicurezza chimica (CSA), concernenti un sistema di descrittori d’uso, al suo comitato per il “risk assessment” per eventuali commenti. L’ECHA ha anche pubblicato un sommario di tutti i commenti ricevuti durante la consultazione del “partner expert group” (PEG).


Versione aggiornata della guida sull’Allegato V di REACH
L’ECHA ha inviato una versione aggiornata della guida “draft” sull’Allegato V di REACH, concernente le esenzioni dall’obbligo di registrazione delle sostanze, al comitato per il “risk assessment” per la definitiva approvazione. L’ECHA ha anche pubblicato un sommario di tutti i commenti ricevuti durante la consultazione del “partner expert group” (PEG).


Substance identity workshop
Il 1° dicembre p.v. l’ECHA terrà un workshop sulla “Substance identity” per chiarire i concetti base relativi all’identità delle sostanze all’interno dei processi di “inquiry” e di registrazione.
L’evento è dedicato al personale aziendale che è responsabile della preparazione del dossier e che ha necessità di chiarire i propri dubbi sulla materia. Posti disponibili 100 soltanto!
Maggiori informazioni sul programma dell’evento e per l’iscrizione al link sotto indicato.
http://echa.europa.eu/doc/press/na_09_22_substance_identity_workshop_20091016.pdf


Consultazione pubblica sulla C & L di due sostanze
L’ECHA ha pubblicato una consultazione pubblica sulla proposta di armonizzazione della classificazione ed etichettatura delle seguenti sostanze proposte da Svezia e Germania:
- Hexabromocyclododecane (HBCDD) (Svezia): la sostanza è usata come ritardante di fiamma (es. nel polistirene poi lavorato per produrre pannelli e lastre isolanti oppure in prodotti per l’imballaggio ed applicazioni nell’industria tessile). La proposta prevede di classificare la sostanza come tossica per il ciclo riproduttivo cat. 3 per il possibile rischio di ridurre la fertilità e di provocare danni al feto.
- Cryolite (Germania): la sostanza è il costituente principale del bagno elettrolitico nella produzione dell’alluminio. La Germania propone di modificare la classificazione corrente aggiungendo una tossicità per il ciclo riproduttivo cat. 3 per il possibile rischio di provocare danni al feto, ed inoltre la classificazione come irritante per gli occhi.


Pagine web dedicate alle Restrizioni REACH
L’ECHA ha pubblicato una sezione dedicata alle restrizioni comprendente le restrizioni esistenti come pure la procedura per le nuove restrizioni.
Se una sostanza presenta un rischio inaccettabile per la salute umana o per l’ambiente può essere posta sotto restrizione secondo il processo indicato nel Titolo VIII del regolamento REACH.
La restrizione opera come una sorta di “rete di sicurezza” per gestire i rischi non compresi in altri processi di valutazione del regolamento REACH. Le proposte di restrizione possono essere preparate dagli Stati membri o dall’ECHA su richiesta della Commissione Europea e la nuova sezione del sito dell’Agenzia è stata creata per agevolare l’accesso alle informazioni sulle restrizioni sia per le Autorità competenti degli Stati membri che per tutte le aziende interessate.
L’ECHA sfrutterà il periodo natalizio per un’importante aggiornamento del portale REACH-IT il cui utilizzo sarà interrotto per tutti gli utenti dal pomeriggio del 14 dicembre 2009 fino al 3 gennaio 2010 (incluso).
Gli uffici di ECHA ed Helpdesk rimarranno chiusi dal 24 dicembre 2009 al 3 gennaio (incluso).
A partire dal 4 gennaio 2010 REACH-IT verrà riaperto e sarà utilizzabile 24h/24h per le presentazioni delle aziende durante la settimana lavorativa dalle ore 8.00 del lunedì alle ore 19.00 del venerdì.
L’European Chemical Substances Information System (ESIS) è stato aggiornato per includere tutte le nuove sostanze notificate ai sensi della direttiva 67/548/CEE elencate nella versione finale dell’ELINCS (European List of Notified Chemical Substances) che comprende più di 5.000 sostanze.
Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha pubblicato una circolare esplicativa in data 5 novembre 2009 in merito allo smaltimento delle scorte di sostanze immesse sul mercato e recanti etichetta di pericolo non conforme alle disposizioni contenute nel Regolamento n. 1272/2008 (CLP) così come modificato dal Regolamento n. 790/2009.
Contrariamente a quanto precedentemente disposto dal Decreto Legislativo n. 52 del 3 febbraio 1997 in merito agli aggiornamenti di etichettatura delle sostanze, non sono più concessi sei mesi per lo smaltimento delle scorte delle sostanze già immesse sul mercato con etichette di pericolo non conformi al Regolamento CLP. A partire dal 1° dicembre 2010, quindi, le sostanze in questione dovranno essere ritirate dal commercio.Circ_Mds_05_11_09.pdf
L’Help Desk REACH-CLP tedesco ha pubblicato il corrigendum al Regolamento n. 1272/2008 (CLP) e al Regolamento n. 790/2009 che recepisce il 1° ATP al Regolamento CLP. Gli errori nei regolamenti suddetti, evidenziati dal BAM e dal BAuA, sono stati comunicati alla Commissione Europea.Fehlerliste__VO__790__Anhang__I__II.pdf
Con D.M. del 10 novembre 2009, che modifica l’art. 6 del decreto del 6 ottobre 2006, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha previsto che gli esami per il conseguimento dei certificati di formazione professionale per il trasporto di merci pericolose su strada (C.F.P. ADR) siano espletati ricorrendo anche alle procedure informatiche già utilizzate per l’effettuazione degli esami delle patenti di guida.DM_I&T_10_11_09.pdf

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.