Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Marzo 2010

Pubblicato nella G.U. n. 59 del 12 marzo 2010 il Decreto Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 18 febbraio 2010 concernente l’autorizzazione alla circolazione nazionale di veicoli e cisterne adibiti al trasporto su strada di merci pericolose, costruiti anteriormente al 1° gennaio 1997, in attuazione dell'articolo 10, comma 1, del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 35.DM_I&T_18_02_10.pdf
Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 60 del 10 marzo 2010 è stato pubblicato il Regolamento n. 196 del 9 marzo 2010 recante modifica dell’allegato I del regolamento (CE) n. 689/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’esportazione ed importazione di sostanze chimiche pericolose.
Disponibile la banca dati delle Schede Dati di Sicurezza delle sostanze sul sito del IPZS (Istituto Poligrafo e Zecca dello Stato). La banca dati è relativa ad un congruo numero di sostanze classificate pericolose di cui all'allegato VI del Regolamento (CE) n.1272/2008 (regolamento CLP). Le schede sono redatte ai sensi del Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH).
Dopo alcuni anni di voci ufficiose che davano come imminente la sua adesione, la Turchia ha finalmente firmato l’Accordo ADR che entrerà in vigore il 22 marzo p.v.

CN.104.2010-Eng.pdf
Pubblicato nella G.U. n. 58 del 11 marzo 2010 il Decreto Legislativo n. 35 del 27 gennaio 2010 che ha recepito la direttiva 2008/68/CE sul trasporto interno di merci pericolose.
Oltre al recepimento delle edizioni 2009 di ADR, RID e, per la prima volta nel nostro ordinamento, dell’ADN il decreto prescrive, in particolare, che:
  • il legale rappresentante di un’impresa che ha nominato il Consulente alla sicurezza (il Consulente per la sicurezza dei trasporti secondo il D. Lgs. n. 40/2000) comunichi le complete generalità del Consulente entro quindici giorni dalla nomina (non più sessanta giorni come riportato nel D.M. dei trasporti e della navigazione del 6 giugno 2000) all’ufficio periferico del Dipartimento per il trasporto, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti competente per territorio.
  • Il Consulente alla sicurezza, previa verifica delle procedure aziendali, rediga entro sessanta giorni dalla nomina una relazione nella quale indica le eventuali modifiche procedurali.
  • la sospensione della patente di guida del conducente e della carta di circolazione del veicolo, ai sensi dell’art. 168 comma 9 del codice della strada, si applichino esclusivamente nei casi in cui le infrazioni siano riconducibili alle responsabilità del trasportatore (si veda 1.4.2.2 dell’ADR).
DLGS_27_01_10 n_35.pdf
Alla sua 87a sessione il Working Party sul trasporto delle merci pericolose (WP.15) ha richiesto al Segretariato di preparare un elenco consolidato di tutti gli emendamenti all’edizione vigente dell’ADR (2009) che entreranno in vigore a partire dal 1° gennaio 2011 (ADR edizione 2011).
La bozza delle modifiche al testo vigente dell’ADR sono disponibili al seguente indirizzo:

http://www.unece.org/trans/doc/2010/wp15/ECE-TRANS-WP15-204e.pdf
In data 23 marzo l’ECHA ha pubblicato la nuova versione delle Frequently Asked Questions sul Regolamento n. 1272/2008 (CLP).
Pubblicata la bozza di guida sulle Schede Dati di Sicurezza estese
In data 29 marzo l’ECHA ha pubblicato la “draft guidance” sulla compilazione delle  Schede Dati di Sicurezza estese. Il documento è stato trasmesso al Partner Expert Group per i commenti.


Pubblicata la guida aggiornata sui descrittori d’uso
L’ECHA ha pubblicato la guida aggiornata sui requisiti d’informazione e la valutazione della sicurezza chimica. Il documento fornirà il necessario supporto ai registranti nella preparazione del loro CSR (Chemical Safety Report) tramite l’uso dello strumento “Chemical Safety Assessment and Reporting Tool” denominato in breve “Chesar” in uscita per la fine di aprile.
L'aggiornamento del sistema dei descrittori d’uso (capitolo R.12) fa parte di un aggiornamento complessivo delle linee guida sui requisiti di informazione e di valutazione della sicurezza chimica che deriva dall'esperienza pratica e dallo sviluppo, in stretta cooperazione con l'industria, del Chesar.
La nuova versione della guida è disponibile all’indirizzo seguente:
http://guidance.echa.europa.eu/docs/guidance_document/information_requirements_r12_en.pdf


Sondaggio dell’ECHA sulle imprese che hanno pre-registrato le sostanze
L’ECHA sta conducendo un'indagine sulle imprese pre-dichiaranti e, a tale scopo, ha inviato una e-mail a tutte le aziende che hanno manifestato l'intenzione di registrare almeno una sostanza prima della scadenza del 2010.
Infatti l’ECHA, in collaborazione con le associazioni di settore, sta cercando di prevedere il numero di dossier che saranno presentati entro la prima scadenza di registrazione fissata nel 30 novembre 2010.


Sostanze proposte per la “candidate list”
L’ECHA ha pubblicato la proposta di identificare otto sostanze come “Substances of Very High Concern” (SVHC) e quindi possibili candidate all’autorizzazione.
I commenti sulla proposta possono essere inviati entro il 22 aprile p.v.
Le proposte, inviate da Danimarca, Francia e Germania, riguardano le seguenti sostanze:
•    Trichloroethylene
•    Boric acid
•    Disodium tetraborate, anhydrous
•    Tetraboron disodium heptaoxide, hydrate
•    Sodium chromate
•    Potassium chromate
•    Ammonium dichromate
•    Potassium dichromate
Il 19 maggio p.v. si svolgerà a Helsinki il 4° “Stakeholders day” organizzato dall’ECHA. La partecipazione all’evento è limitata ad un numero massimo di 500 persone.
L'evento potrà comunque essere seguito in diretta su internet attraverso il web-streaming.
La giornata, a titolo gratuito, avrà lo scopo di informare le imprese sugli strumenti disponibili per il supporto tecnico in vista delle prossime scadenze per la registrazione delle sostanze (entro 30/11/2010) e la notifica della classificazione ed etichettatura (dal 03/01/2011 in poi).
Il programma della giornata è diviso in tre sessioni:
  1. Suggerimenti e strumenti per la registrazione e la notifica della classificazione ed etichettatura: l’ECHA fornirà un aggiornamento sullo stato di avanzamento del nuovo regolamento CLP e gli “stakeholders” riceveranno una panoramica dei più recenti sviluppi riguardanti gli strumenti informatici per la notifica ai sensi del CLP e del Chemical Safety Reporting (CSR) tool, Chesar.
  2. Feedback di registrazione e valutazione: l’ECHA presenterà lo stato di avanzamento della registrazione delle sostanze e dei processi di valutazione e verifica della conformità dei fascicoli tecnici.
  3. Diffusione: lo staff dell’ECHA e alcuni rappresentanti dell'industria discuteranno in merito alle informazioni sulle sostanze chimiche registrate pubblicate sul sito ECHA e del loro valore per l'industria.
Pubblicato nella G.U. n. 59 del 12 marzo 2010 il Decreto Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 18 febbraio 2010 concernente l’autorizzazione alla circolazione nazionale di veicoli e cisterne adibiti al trasporto su strada di merci pericolose, costruiti anteriormente al 1° gennaio 1997, in attuazione dell'articolo 10, comma 1, del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 35.
Pubblicato nella G.U. n. 58 del 11 marzo 2010 il Decreto Legislativo n. 35 del 27 gennaio 2010 che ha recepito la direttiva 2008/68/CE sul trasporto interno di merci pericolose.
Oltre al recepimento delle edizioni 2009 di ADR, RID e, per la prima volta nel nostro ordinamento, dell’ADN il decreto prescrive, in particolare, che:
  • il legale rappresentante di un’impresa che ha nominato il Consulente alla sicurezza (il Consulente per la sicurezza dei trasporti secondo il D. Lgs. n. 40/2000) comunichi le complete generalità del Consulente entro quindici giorni dalla nomina (non più sessanta giorni come riportato nel D.M. dei trasporti e della navigazione del 6 giugno 2000) all’ufficio periferico del Dipartimento per il trasporto, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti competente per territorio.
  • Il Consulente alla sicurezza, previa verifica delle procedure aziendali, rediga entro sessanta giorni dalla nomina una relazione nella quale indica le eventuali modifiche procedurali.
  • la sospensione della patente di guida del conducente e della carta di circolazione del veicolo, ai sensi dell’art. 168 comma 9 del codice della strada, si applichino esclusivamente nei casi in cui le infrazioni siano riconducibili alle responsabilità del trasportatore (si veda 1.4.2.2 dell’ADR).

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.