Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Aprile 2009

Segnaliamo che è stata pubblicata una ERRATA-CORRIGE (G.U. n. 69 del 24/03/2009) relativa al DECRETO LEGISLATIVO 6 febbraio 2009, n. 21, recante: «Regolamento di esecuzione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 648/2004 relativo ai detergenti».
E’ specificato che il titolo dell'atto citato sopra deve correttamente intendersi come DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 6 febbraio 2009, n. 21, anziché come DECRETO LEGISLATIVO 6 febbraio 2009, n. 21.
Cogliamo l’occasione per segnalarvi le Domande e Risposte frequenti sul regolamento detergenti messe a disposizione dalla Commissione Europea (tratte dal sito http://ec.europa.eu/ )FAQ_Detergenti 2009.pdf
E’ stato pubblicato il Decreto Legislativo 20 febbraio 2009, n. 23 (G.U. n. 68 del 23/03/2009) che attua la direttiva 2006/117/Euratom, relativa alla sorveglianza e al controllo delle spedizioni di rifiuti radioattivi e di combustibile nucleare esaurito.D_ LGS_20_02_2009_N23.pdf
E’ stata pubblicata la Decisione del 12 marzo 2009 (G.U. dell’Unione Europea L82 del 28/03/2009) che stabilisce i criteri per l’assegnazione di un marchio comunitario di qualità ecologica ai televisori.
I criteri ecologici relativi al gruppo di prodotti «televisori» e i relativi requisiti di valutazione e di verifica restano in vigore fino al 31 ottobre 2013. La presente decisione si applica a decorrere dal 1° novembre 2009 e abroga la decisione 2002/255/CE.Dec_12_03_09 ecolabel TV.pdf
Pre-registrazioni: lista aggiornata delle sostanze preregistrate
L’ECHA ha pubblicato sul suo sito un aggiornamento della lista delle sostanze pre-registrate. Contiene circa 143.000 che sono state pre-registrate da 65.000 aziende tra il 1 giugno e il 1 dicembre 2008.
La lista è consultabile all'indirizzo
http://apps.echa.europa.eu/preregistered/pre-registered-sub.aspx

Inquiry
L’ECHA ha aggiornato REACH-IT aggiungendo una funzionalità nuova per la creazione on-line delle inquiry, ovvero la richiesta di accertamenti che ogni registrante potenziale deve fare prima della registrazione delle sostanze non phase-in o phase-in per le quali non è stata fatta la preregistrazione.
Resta possibile creare prima l’inquiry in IUCLID5 e poi inviarla via REACH-IT.
Per maggiori informazioni: http://echa.europa.eu/reachit/inquiry_en.asp

Relazione sulla Sicurezza Chimica (CSR)
Segnaliamo che sul sito di IUCLID è disponibile un nuovo plug-in di supporto alla preparazione del CSR.
Maggiori informazioni all’indirizzo: http://iuclid.echa.europa.eu/index.php?fuseaction=home.news&type=public&id=19

Lista Prioritaria della ETUC
Segnaliamo che la European Trade Union Confederation (ETUC) ha pubblicato una lista di 306 sostanze chimiche che ha individuato come SVHC (substance of very high concern).
La “Trade Union Priority List for REACH Authorisation” comprende solo sostanze prodotte in quantità superiori alle 1000 tonnellate/anno caratterizzate da alta pericolosità (CMR, sospetti perturbatori endocrini,…).
Scopo dichiarato della lista è quello di segnalare le sostanze che dovrebbero avere, secondo la ETUC, priorità per l’inclusione nella candidate list e, potenzialmente, nella lista delle sostanze autorizzate. Si ricorda che l’eventuale inclusione nella Candidate List non comporterebbe necessariamente l’obbligo di autorizzazione ma, in accordo a quanto previsto dall’articolo 31 del REACH, garantirebbe un maggior obbligo di informazione nella supply chain.Trade Union Priority List.pdf
E’ stato pubblicato il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 13 marzo 2009 (G.U. n. 82 del 8/04/2009) relativo ai programmi di sviluppo sperimentale riguardanti innovazioni di prodotto e/o di processo volti a sostituire e/o eliminare le sostanze chimiche «estremamente preoccupanti», di cui all'articolo 57 del REACH.
Come precisato all’articolo 3, alle agevolazioni possono essere ammessi i programmi comportanti costi non inferiori a 1.000.000 euro.DM_ Sviluppo_13_03_09.pdf
Come già segnalato lo scorso mese, sono state diramate alcune circolari ministeriali sul problema della presenza della sostanza Dimetilfumarato nelle bustine con polverina antimuffa presenti in molti articoli provenienti dalla Cina o dal Sud Est Asiatico.
A tale proposito si segnala la Decisione della Commissione del 17 marzo 2009 (G.U. dell’Unione Europea L74 del 20/03/2009) che impone agli Stati membri di garantire che non vengano immessi o messi a disposizione sul mercato prodotti contenenti il biocida dimetilfumarato.
In tale decisione viene indicata la definizione di prodotto contenente dimetilfumarato, ovvero qualsiasi prodotto o parte di un prodotto in cui:
i) è indicata la presenza di dimetilfumarato, ad esempio su uno o più sacchetti; oppure
ii) la concentrazione di dimetilfumarato è superiore a 0,1 mg/kg del prodotto o di parte del prodotto.

A decorrere dal 1° maggio 2009 gli Stati membri devono garantire che sia vietata l’immissione o la messa a disposizione sul mercato di prodotti contenenti dimetilfumarato e che i prodotti contenenti dimetilfumarato già immessi o messi a disposizione sul mercato vengano ritirati dal mercato e ne venga effettuato il richiamo presso i consumatori.

Si segnala che, in base a quanto precisato nella Circolare del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali che alleghiamo alla presente, la verifica dell’assenza di dimetilfumarato è un adempimento richiesto all’importatore e quindi a carico del medesimo.
Per l’effettuazione delle analisi sono ritenuti idonei i Laboratori accreditati secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025, nonché quelli operanti in GLP e i Servizi Chimici di Porto.Dec_17_03_09 dimetilfumarato.pdf
E’ stato pubblicato sul sito dello IATA (www.iata.org) un secondo ADDENDUM contenente alcune modifiche e correzioni all’edizione 2009 del DGR.Addendum_50rev02ENmarch2009.pdf

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.