Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Maggio 2004

Il giorno 11 maggio 2004 si è tenuto a Milano presso il Centro Congressi Atahotel Quark il 2° evento dell'ORANGE PROJECT che ha seguito di circa un anno l'evento di debutto svoltosi a Napoli.
Nel corso della giornata sono intervenuti relatori su tutte le regolamentazioni riguardanti il trasporto delle merci pericolose (ADR, RID, IMDG Code e ICAO/IATA).
E’ stato annunciato che Orange Project metterà a disposizione degli operatori e di tutti gli interessati le traduzioni in italiano di:
· ADR 2005
· RID 2005
· IMDG Code amdt. 31-2002 (entrato in vigore il 1° gennaio 2004)
nell'ultimo quadrimestre del 2004.
Relativamente all’art.204-bis comma 3 del nuovo Codice della Strada:

Art. 204-bis. Ricorso al giudice di pace.

3. All’atto del deposito del ricorso, il ricorrente deve versare presso la cancelleria del giudice di pace, a pena di inammissibilità del ricorso, una somma pari alla metà del massimo edittale della sanzione inflitta dall’organo accertatore. Detta somma, in caso di accoglimento del ricorso, è restituita al ricorrente.


segnaliamo che la Suprema Corte, con sentenza n.114 del 5 aprile 2004, ha dichiarato illegittima la suddetta disposizione secondo la quale era condizione indispensabile per poter ricorre al Giudice di Pace, contro il verbale di accertamento delle violazioni, versare una cauzione nella cancelleria del Giudice (l’importo era pari alla metà del massimo della sanzione amministrativa pecuniaria).
Pertanto, a causa di questa sentenza, il deposito del ricorso al Giudice di pace non prevederà più il versamento di una cauzione.
A seguito della richiesta di un ns. visitatore segnaliamo che le omologazioni degli imballaggi e GIR come pure le prove periodiche sui GIR possono essere condotte dall'autorità competente (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) ovvero da Enti riconosciuti ed approvati dall'autorità competente quali RINA, Istituto Sperimentale RFI, ecc.
L’art.405 del Regolamento attuativo del Codice della Strada (Regolamentazione dei diritti dovuti dagli interessati per le operazioni tecnico-amministrative di competenza del ministero dei Lavori pubblici, e per gli oneri di concessione, autorizzazione, licenze e permessi di competenza degli enti proprietari di strade)contiene le tipologie di visite e prove che possono essere effettuate presso le strutture pubbliche.
Nello specifico le omologazioni dei prototipi degli imballaggi e dei GIR possono essere effettuate dai Centri Prova Autoveicoli mentre le prove periodiche sugli stessi dagli Uffici provinciali del Dipartimento Trasporti Terrestri.
Segnaliamo che dal 1° giugno 2004 sarà disponibile un nuovo servizio di consultazione on-line “AREA RISERVATA”, grazie al quale sarà possibile visionare e scaricare circolari informative, modulistica, norme particolari, documenti di approfondimento sulle news mensili etc.
L’accesso all’Area Riservata sarà gratuito per tutti i visitatori fino al 30/09/2004, successivamente resterà tale solo per coloro che usufruiscono di un contratto di abbonamento annuale con Flashpoint.
In seguito a numerose richieste dei ns. visitatori segnaliamo che le sanzioni relative al trasporto marittimo 'non conforme' (p.es. mancata dichiarazione all'imbarco) di merci pericolose, comprese le merci in quantità limitata, si trovano nel Codice della Navigazione ed esattamente nel Titolo III Capo VI art.1231 che riportiamo qui di seguito:

Art. 1231
(Inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione)

Chiunque non osserva una disposizione di legge o di regolamento ovvero un provvedimento legalmente dato dall'autorità competente in materia di sicurezza della navigazione è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato con l'arresto fino a tre mesi ovvero con l'ammenda fino a lire quattrocentomila.

Naturalmente, oltre alle suddette sanzioni, quando si producono danni a persone, cose od ambiente si possono configurare anche responsabilità penali e civili (p.es. art.590 C.P. per lesioni colpose ed art.2043 C.C. per responsabilità extracontrattuale) a carico del soggetto responsabile dell’infrazione e dei danni arrecati.
La sanzione amministrativa dell'art.1231 di Lit. 400.000 deve essere naturalmente rivalutata ai ns. giorni (il Codice della Navigazione risale agli anni quaranta !).
Relativamente alla circolare del 7 gennaio 2004 del Ministro della Salute segnaliamo il commento all’articolo 8 del decreto legislativo n.65 del 14 marzo 2003 (classificazione, imballaggio ed etichettatura dei preparati pericolosi).

D. Lgs. n.65/2003 – Art.8 – Imballaggio
Il responsabile dell'immissione sul mercato di un preparato che è contenuto in un imballaggio richiudibile con la chiusura di sicurezza per bambini, deve tenere a disposizione il certificato delle prove con cui si attesta la conformita' alla Norma ISO 8317.

Considerato l’obbligo della disponibilità del suddetto certificato segnaliamo a tutte le aziende, responsabili dell’immissione sul mercato di preparati pericolosi, di richiedere al fornitore, in caso di mancanza di tale documento, il certificato delle prove dell’imballaggio richiudibile con la chiusura di sicurezza per i bambini.

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.