Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Giugno 2002

Il decreto attua la direttiva 98/24/CE sulla protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori contro i rischi derivanti da agenti chimici durante il lavoro.
Il campo di applicazione è vastissimo, in quanto si applica a tutte le attività in cui sia prevedibile la presenza di agenti chimici pericolosi per la sicurezza o la salute dei lavoratori, comprese la produzione, la manipolazione, la manutenzione, l’immagazzinamento, il trasporto, l’eliminazione e il trattamento dei rifiuti.
Si tratta essenzialmente di una integrazione del D. Lgs 626/94 e fornisce prescrizioni puntuali in merito alle modalità di valutazione del rischio, già prevista in base all’art. 4 del D. Lgs 626/94.
Una delle novità più rilevanti è la definizione (lasciata alla responsabilità del datore di lavoro) del grado di rischio (moderato o non moderato).
Tra le misure specifiche di protezione e prevenzione da adottare in caso di rischio non moderato, viene introdotto l’obbligo della misurazione periodica degli agenti chimici presenti, salvo che il datore di lavoro non possa dimostrare con altri mezzi il conseguimento di un adeguato livello di prevenzione e protezione.
Novità anche in campo di sorveglianza sanitaria, in quanto le modalità e la periodicità vengono completamente demandate al medico competente, superando così la rigidità della tabella allegata al D.P.R. 303/56.





98.24.ce.pdf
In ottemperanza alle disposizioni contenute nel D.M. 19 aprile 2000, il prossimo 8 giugno scadra’ il termine ultimo per comunicare all’Istituto Superiore della Sanità le informazioni inerenti i preparati pericolosi classificati come nocivi, irritanti, sensibilizzanti, estremamente infiammabili, facilmente infiammabili, infiammabili, comburenti ed esplosivi.
L’invio della documentazione e’ obbligatoria per tutti i fabbricanti, gli importatori o i distributori di preparati pericolosi che rientrano nel campo di applicazione del D.Lgs. 285/98.
Si segnala che, in base a quanto previsto dall'articolo 13 D.Lgs. 285/98, in caso di mancata trasmissione delle informazioni richieste, e' prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da lire cinque milioni a lire trenta milioni.

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.