Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Giugno 2005

E’ stato pubblicato il Decreto Ministeriale del 31 maggio 2005 (G.U. n. 140 del 18/06/2005) che proroga temporaneamente l’autorizzazione all’uso e all’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari contenenti sostanze attive iscritte nell’allegato I del D. Lgs. N. 194 del 17/03/95.
Per tali prodotti la scadenza prevista per il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2005 è stata prorogata fino al 30 giugno 2006 per consentire la valutazione di alcuni aspetti emersi nel corso delle verifiche di applicazione delle direttive di iscrizione in allegato I delle sostanze attive componenti.
DM_Salute_31_05_05.pdf
La circolare 1526-MOT2/C della Direzione Generale per la Motorizzazione Dipartimento per i Trasporti Terrestri fornisce nuove disposizioni alternative a quelle contenute nella circolare n. 2994/2572 del 12.10.1971 relativamente al trasporto di merci non pericolose in cisterne.circ 9 05 2005 MOT2C n1526.pdf
Nei giorni 6/7/8 luglio 2005 si terrà a Terme di Pompeo - Ferentino (FR) il 1° FORUM DELL’AMBIENTE. Oggetto del forum sarà la gestione dei rifiuti e le problematiche ad essa connesse per quanto riguarda la loro produzione, il trasporto, lo smaltimento e/o recupero. Tra i molti interventi in programma vi segnaliamo quello dell’Ing. Villa – AES sulle disposizioni dell’Accordo ADR applicabili al trasporto dei rifiuti pericolosi.
La partecipazione al forum è a carattere gratuito previa prenotazione via fax o e-mail presso la segreteria organizzativa.Programma e modulo iscrizione Forum.pdf
Apimilano organizza, presso la sua sede, un incontro gratuito sul tema Sostanze e preparati pericolosi: gestione e trasporto, che si terrà martedì 5 luglio 2005 alle 14.00.
Questa iniziativa è rivolta a tutte le aziende che gestiscono sostanze/preparati pericolosi e si propone di affrontare e chiarire le disposizioni previste dalle normative vigenti riguardo a:
- l’etichettatura delle sostanze (D.Lgs n° 52 del 03.02.97) e dei preparati (D.Lgs n° 65 del 14.03.03) pericolosi;
- la compilazione e la gestione delle schede di sicurezza (D.M. del 07.09.2002);
- la notifica all’Istituto Superiore di Sanità dei preparati pericolosi (D.Lgs n° 65 del 14.03.03);
- il trasporto secondo le diverse modalità (ADR, RID, IMDG-Code, IATA) delle sostanze e/o preparati e dei loro eventuali rifiuti.
Info e Sheda di adesione.pdf
Dopo il tragico recente incidente avvenuto nel tunnel del Frejus che collega Francia ed Italia, si è intensificato notevolmente il traffico lungo il traforo del Monte Bianco. Riteniamo opportuno segnalarvi che, in base all’articolo 2, comma 1 lettera c del Regolamento della circolazione nel traforo del Monte Bianco il transito dei veicoli contenenti merci pericolose per l’ADR è proibito tranne nel caso in cui si usufruisca del regime di esenzione per quantità limitata secondo 1.1.3.4.2 dell’ADR.
Si segnala inoltre che, sulla base di una recente decisione della Commissione Intergovernativa di Controllo rispetto al regolamento di circolazione, nel traforo del Monte Bianco è ammesso anche il transito di merci pericolose in esenzione secondo 1.1.3.1 (Esenzioni relative alla natura dell’operazione di trasporto), 1.1.3.2 (Esenzioni relative al trasporto di gas) e 1.1.3.3 (Esenzioni relative al trasporto dei carburanti liquidi) dell’ADR.
In considerazione delle numerose richieste di chiarimenti circa eventuali restrizioni per la commercializzazione e l’utilizzo di preparati contenenti toluene e triclorobenzene, vi segnaliamo la proposta di DIRETTIVA 2004/0111 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alla ventottesima modifica della 76/769/CEE.
Al fine di garantire la salute umana e tutelare l’ambiente, tale proposta di direttiva va a prevedere l’introduzione del toluene e del triclorobenzene nell’allegato I della 76/769/CEE.
In particolare:
CAS 108-88-3 TOLUENE: Non può essere immesso sul mercato o utilizzato come sostanza o costituente di preparati in concentrazione pari o superiore allo 0,1% della massa in adesivi e vernici spray destinati alla vendita al pubblico.
CAS 120-82-1 TRICLOROBENZENE: Non può essere immesso sul mercato o utilizzato come sostanza o costituente di preparati in concentrazione pari o superiore allo 0,1% della massa per tutti gli usi, eccetto come prodotto intermedio.
proposta 28° adeg. 76-769-CEE.pdf
E’ stata pubblicata la Direttiva 2005/34/CE (G.U. dell’Unione Europea L125 del 18/05/2005) che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio relativa all’immissione in commercio dei prodotti fitosanitari con l’iscrizione nell’allegato I della direttiva stessa delle sostanze attive etoxazole e tepraloxydim. Direttiva 2005 34 CE.pdf
Il Consiglio dei Ministri del 13 maggio 2005 ha approvato un regolamento per l'imbarco, il trasporto per mare e lo sbarco delle merci pericolose che armonizza la normativa del trasporto nazionale e internazionale delle merci pericolose e stabilisce i requisiti di idoneità delle navi da trasporto.
Segnaliamo alcune delle principali novità:
- formazione dell'equipaggio sui rischi derivanti dalle merci pericolose trasportate;
- indicazione degli interventi da attuare in caso di emergenza;
- definizione dei requisiti previsti per le navi e le unità di trasporto.
Schema decreto.pdf
Si è concluso con successo il Seminario Merci pericolose: Trasporto marittimo ed intermodale organizzato da Orange Project.
Durante l’evento è stato redatto un documento riassuntivo degli aspetti individuati come più significativi per un corretto e sicuro sviluppo del trasporto intermodale in Italia. Tale documento verrà inviato al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ing. Pietro Lunardi, al fine di sollecitare l’istituzione di un coordinamento intermodale a livello dell’autorità competente per l’armonizzazione di tutte le iniziative del settore.
Documento finale - Milano 21 giugno 2005.pdf
Siamo a ricordarvi che, coerentemente con quanto previsto dalla sottosezione 1.6.1.1 dell’Accordo ADR ed. 2005, il 30 giugno prossimo termina il periodo transitorio entro il quale era ammesso effettuare trasporti su strada di merci pericolose conformemente alle prescrizioni dell’Accordo ADR edizione 2003.

Ecco un breve elenco delle principali novità della nuova edizione dell’Accordo ADR:

- Security: è introdotto il concetto della “sicurezza” vista come misure da prendere per minimizzare il furto o l’utilizzazione impropria delle merci pericolose. Le merci pericolose dovranno essere consegnate solo a trasportatori identificati appropriatamente e ogni membro dell’equipaggio del veicolo che trasporta merci pericolose dovrà avere con sé un documento identificativo comprensivo di foto. Diviene obbligatoria la formazione sulla sicurezza per gli operatori coinvolti. Nel caso delle merci ad alto rischio (Tabella 1.10.5 ADR) dovranno essere adottati idonei piani di sicurezza (1.10.3.2.2 ADR)

- Modifiche ai criteri di classificazione: sono introdotte modifiche per la classificazione degli Aerosol infiammabili, le Materie infettanti, gli Inquinanti ambientali. Sono stati introdotti nuovi numeri ONU per le materie tossiche per inalazione e numeri ONU differenti per la stessa materia ma diverso stato fisico (es: Acido fosforico in soluzione UN1805, Acido fosforico solido UN3453)

- Esenzione per Quantità limitata: sono stati modificati i limiti delle “quantità limitate” (Tabella 3.4.6 ADR) in particolare la massa lorda massima di un imballaggio combinato non deve superare 30Kg

- Compatibilità chimica di imballaggi e GIR di plastica: sono stati modificati i criteri per valutare la compatibilità chimica degli imballaggi e dei GIR di plastica con le materie di riempimento assimilando queste a liquidi standard

- Etichettatura sovrimballaggio: sul sovrimballaggio dovrà essere riportata la dicitura “SOVRIMBALLAGGIO”

- Documentazione: nel documento di trasporto per imballaggi vuoti non bonificati dovrà essere riportata non più la classe ma l’etichetta/e dell’ultima merce contenuta. Nel documento di trasporto per veicoli-cisterna vuoti non bonificati dovrà essere riportata la dicitura “VEICOLO-CISTERNA VUOTO” completata dall’indicazione relativa alle ultime merci caricate come prescritto al 5.4.1.1.1. ADR. La disposizione speciale 640X dovrà comparire sul documento di trasporto solo nel caso di trasporto in cisterne ADR

- Certificato di Formazione per i conducenti (CFP): a partire dal 1 gennaio 2007 obbligo del CFP anche per i conducenti di veicoli con massa massima ammissibile inferiore a 3,5 t

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.