Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Giugno 2009

Presso il CSC (Istituto Superiore di Sanità) è stato attivato l’Help Desk relativo al Regolamento n.1272/2008 (CLP) sotto la supervisione del Dott. Roberto Binetti.
L’utente, una volta identificatosi sulla pagina web dedicata al servizio, può inviare un quesito inerente l’applicazione del nuovo regolamento sulle sostanze e miscele pericolose.

La Commissione Europea ha pubblicato il 12 giugno u.s. una proposta di regolamento concernente la revisione al regime autorizzativo dei prodotti biocidi. Il nuovo regolamento abrogherà e sostituirà la vigente direttiva sui biocidi e la sua entrata in vigore è prevista per il 1° gennaio 2013.
Come ci si aspettava la proposta presenta disposizioni che estenderanno la necessità dell’autorizzazione agli articoli e ai materiali trattati con biocidi (es. mobili, prodotti tessili, ecc.).
Il regolamento si applicherà inoltre alle sostanze attive generate “in situ” e ai prodotti biocidi utilizzati nei materiali a contatto con gli alimenti.com_2009_267_en.pdf
In merito all’impianto frenante antibloccaggio ABS pubblichiamo con piacere una nota dell’Ing. Giovanni Pascoli (I.V.EN.A.) considerato che, al momento, resta fissata nel 31 dicembre 2009 la data ultima per l’adeguamento dei veicoli che trasportano esplosivi o merci pericolose in cisterna.Impianto frenante antibloccaggio ABS.pdf
La decisione in oggetto aggiunge tre paragrafi alla preesistente voce 21 relativa ai composti organostannici che sono stati in passato ampiamente utilizzati nelle pitture antivegetative per le imbarcazioni. La restrizione ulteriore per composti organostannici trisostituiti, composti di dibutilstagno (DBT) e composti di dibutilstagno (DBT) dal riscontro che le pitture presentano rischi per gli organismi acquatici a causa dei loro effetti di alterazione endocrina.Dec_425_2009 organostannici.pdf
Per assicurare un livello elevato di tutela della salute per tutte le categorie di impieghi (industriali, professionali e destinati al pubblico in generale) è stata definita una restrizione all’immissione sul mercato e all’uso di prodotti svernicianti che contengono Diclorometano (cloruro di metilene).
La restrizione è entrata in vigore il 9 maggio 2009 come aggiornamento all’Allegato I della 76/769/CEE superato dall’Allegato XVII di REACH a partire dal 1° giugno 2009. Pertanto la restrizione in oggetto è da considerarsi presente nel testo aggiornato del regolamento n.1907/2006.Dec_455_2009_diclorometano.pdf
In data 9 giugno la Commissione Europea ha comunicato, ai sensi dell'articolo 67, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH), la lista delle restrizioni esistenti e più rigorose dei Paesi Bassi rispetto a quelle previste nell’Allegato XVII del regolamento REACH.
Le restrizioni, che sono approvate fino al 1° giugno 2013, riguardano i rivestimenti contenenti idrocarburi poliaromatici e le paraffine clorurate a catena corta.
2009_c130_03.pdf
Guide tecniche in pillole
Il sito dell’ECHA propone una nuova sottosezione dedicata alle “Guidance in a nutshell”, una sorta di “bignamino” per ogni versione delle linee guida pubblicate dall’ECHA in modo da rendere tali documenti, generalmente piuttosto voluminosi, più facilmente accessibili all’industria.
I primi due “bignamini” sono relativi alla registrazione e agli articoli:
- Guidance in a nutshell on requirements for substances in articles, e
- Guidance in a nutshell on registration data and dossier handling.


Prospetto per l’inclusione di sostanze SVHC nell’Allegato XIV
L’ECHA ha pubblicato un prospetto guida di quattro pagine concernente il processo relativo all’inserimento delle sostanze SVHC (Substances of Very High Concern) nell’Allegato XIV comprendente la lista delle sostanze soggette ad autorizzazione.


Guida per le esenzioni in Allegato V ed aggiornamento del capitolo R12 (CSA)
A seguito della procedura di consultazione sugli aggiornamenti relativi alle linee guida sul regolamento REACH, l’ECHA ha pubblicato la bozza di due documenti che sono stati inviati, per gli eventuali commenti, ai pertinenti gruppi di esperti degli stakeholders:
- guida sull’interpretazione delle esenzioni contenute nell’Allegato V;
- aggiornamento del capitolo R12 concernente i descrittori dell’uso relativamente alla valutazione della sicurezza chimica (CSA)
I suddetti documenti dovranno essere valutati dai comitati dell’ECHA e dalle Autorità competenti nazionali REACH & CLP (CARACAL) prima di giungere alla stesura finale.


Consultazioni per la classificazione ed etichettatura armonizzata
L’ECHA ha annunciato una consultazione sui dossiers presentati dalle Autorità francesi ed olandesi per la classificazione ed etichettatura armonizzata delle seguenti quattro sostanze:
Di-tert-butil-perossido (F): la proposta prevede la classificazione della sostanza come Mutagena cat. 3.
Arseniuro di Gallio (F), la proposta prevede la classificazione della sostanza come Tossica per il ciclo riproduttivo cat. 2, Carcinogena cat. 3 e Tossica a causa del pericolo di gravi danni alla salute per esposizione prolungata.
Fosfuro di Indio (F), la proposta prevede la classificazione della sostanza come Tossica per il ciclo riproduttivo cat. 3, Carcinogena cat. 2 e Tossica a causa del pericolo di gravi danni alla salute per esposizione prolungata.
Trixylyl fosfato (NL), la proposta prevede la classificazione della sostanza come Tossica per il ciclo riproduttivo cat. 2

A seguito di opportune verifiche e di quesito specifico posto al ns. Help Desk REACH, comunichiamo ai ns. lettori che San Marino deve essere considerato territorio extra UE e pertanto le forniture da questo Paese devono essere considerate a tutti gli effetti quali importazioni ai fini dell’applicazione del regolamento REACH. Le imprese con sede a San Marino, alla stessa stregua di ogni altra impresa extracomunitaria, devono eventualmente nominare un Rappresentante Esclusivo per poter esonerare i clienti residenti nel territorio dell’UE, Italia in primis, dagli obblighi a carico dell’importatore ed in particolare dall’obbligo di registrazione delle sostanze.
La Direzione Generale Industria, PMI e Cooperazione della Regione Lombardia ha approvato il bando “Attivazione di misure di sostegno alle PMI per la gestione delle sostanze chimiche ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 (REACH)” pubblicato sul 1° Supplemento Straordinario del Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia del 9 giugno 2009.
Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 2.080.000 Euro. L’agevolazione finanziaria consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese indicate nella domanda e ritenute ammissibili fino ad un massimo di 10.000 Euro, al lordo della ritenuta di legge del 4%.

Per maggiori informazioni visitate la nostra pagina dedicata: http://www.flashpointsrl.com/ExtraPages.asp?sez=143

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.