Precursori di esplosivi: criticità per le imprese italiane

Precursori di esplosivi: criticità per le imprese italiane

Come l’entrata in vigore del Regolamento (UE) 2019/1148 ha cambiato la gestione di sostanze e miscele presso le aziende italiane.

Il 1° febbraio 2021 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2019/1148, con il preciso scopo di rafforzare a livello comunitario le misure di prevenzione in materia di anti-terrorismo. Il regolamento definisce due categorie di precursori, quelli disciplinati e quelli soggetti a restrizione, vietando per questi ultimi la messa a disposizione ai soggetti privati che potrebbero utilizzarli impropriamente per la fabbricazione illecita di esplosivi.

I precursori di esplosivi soggetti a restrizione e disciplinati sono sostanze e miscele di uso comune (es. acido nitrico, acido solforico, perossido di idrogeno, acetone, nitrato ammonico, ecc.) e largamente adoperati dagli utilizzatori industriali e professionali; per questo motivo il regolamento ne definisce i criteri di commercializzazione ma anche le misure che devono essere adottate per una corretta gestione del magazzino e per le segnalazioni in caso di sparizioni, furti o transazioni sospette.

Ricordiamo che il Regolamento (UE) 2019/1148 non si riferisce all’immissione sul mercato ed utilizzo di prodotti chimici, come ad esempio i regolamenti CLP e REACH, ma contiene disposizioni preventive atte ad evitare azioni efferate o terroristiche perciò le infrazioni al regolamento sono punite dal codice penale, in particolare artt. 678-bis e 679-bis.

OBIETTIVI

Il webinar si pone l’obiettivo di illustrare i punti salienti del regolamento: le categorie di precursori e le restrizioni cui sono soggetti, i destinatari delle disposizioni normative, le sanzioni. Il tutto con riferimento alle disposizioni vigenti in Italia, dal momento che ciascun Paese UE può integrare il regolamento con proprie disposizioni legislative nazionali (sistema delle licenze per i privati).

DESTINATARI

Tutte le aziende che importano, fabbricano, distribuiscono o utilizzano sostanze codificate come precursori di esplosivi oppure miscele che le contengono.

DATA

25 maggio, orario 15:00-16:30

PROGRAMMA

  • Apertura dei lavori
  • Obblighi principali per gli operatori economici e gli utilizzatori professionali. Impatto per le imprese operanti nel settore delle vernici e dei detergenti - Dott. Gabriele SCIBILIA
  • Le sanzioni previste per le infrazioni al regolamento. Impatto dei nuovi obblighi per le imprese operanti nel settore dei fertilizzanti - Dott. Mariano ALESSIO VERNÌ
  • Spazio riservato alle domande dei partecipanti
  • Chiusura dei lavori

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Il webinar è GRATUITO, è però necessario iscriversi tramite il modulo presente QUI

 

INFORMAZIONI

Marina Quattrociocchi