Flashpoint: Consulenza e Formazione sulle Merci Pericolose

ADR IMDG IATA  REACH  CLP/GHS  RoHS RAEE

News Gennaio 2009



Corso di Formazione

"Redazione delle Schede Dati di Sicurezza"
REACH Conforme

12 Maggio 2010 - MILANO
25 Maggio 2010 - ROMA
09 Giugno 2010 - ASCOLI PICENO
15 Giugno 2010 - FIRENZE


Il corso di formazione fornisce un valido aiuto a tutti coloro che devono redigere le Schede Dati di Sicurezza (SDS), ponendo particolare attenzione agli aggiornamenti previsti dal nuovo Regolamento REACH (n. 1907/2006), entrato in vigore dal 1° giugno 2007. Durante il corso saranno esaminati in dettaglio alcuni casi pratici di redazione delle Schede Dati di Sicurezza.

• All’inizio del corso sarà consegnato a tutti i partecipanti una dispensa sugli argomenti trattati.
• Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
• A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione Flashpoint.

Obiettivi:
Fornire gli strumenti normativi per la compilazione di una scheda dati di sicurezza (SDS) e approfondire nel dettaglio tutte le 16 sezioni che compongono una SDS, con particolare attenzione alla classificazione ed etichettatura delle sostanze e delle miscele.

Destinatari:
Responsabili SPP - Responsabili Ambiente e Sicurezza - Responsabili della Qualità - Responsabili della Logistica - Responsabili della Sicurezza Prodotti - Responsabili della Sicurezza Impianti - Responsabili dell’Igiene Industriale




Programma:

Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 9.15 - Panoramica sulle Normative di Riferimento

Regolamento n. 1907/2006 (REACH)
- Registrazione,Valutazione, Autorizzazione delle sostanze chimiche
- Le informazioni nella catena di approvvigionamento (UP/DOWN)
- Le Schede Dati di Sicurezza (SDS): la conformità dei contenuti
Il Regolamento n. 1272/2008 (CLP): classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele
- Modifiche e Abrogazione delle Direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE
- Modifiche al Regolamento REACH (n. 1907/2006)

Ore 11.00
- Coffee break


Ore 11.15 Architettura di una Scheda Dati di Sicurezza

Guida alla compilazione delle SDS (prima parte)
- Analisi dettagliata dei 16 capitoli che compongono una Scheda Dati di Sicurezza con particolare attenzione alle seguenti sezioni:
- Sez. 1: Identificazione della Sostanza/del Preparato e della Società/dell’Impresa
- Sez. 2: Identificazione dei Pericoli
- Sez. 3: Composizione/Informazione sugli Ingredienti
- Sez. 8: Controllo dell’Esposizione/Protezione Individuale (valori di OEL, TWA e di STEL)
- Sez. 9: Proprietà Fisiche e Chimiche (influenza sulla classificazione e sulle corrette misure di controllo)
- Sez. 11: Informazioni Tossicologiche (importanza dei valori di LD50 e DL50)
- Sez. 12: Informazioni Ecologiche (i valori CL50 e CE50 e loro influenza sulle normative dei trasporti)
- Sez. 14: Informazioni sul Trasporto (ADR/RID, IMDG Code e IATA)
- Sez. 15: Informazioni sulla Regolamentazione (Direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e Regolamento CLP a confronto )

Ore 13.00
Pausa pranzo


Ore 14.00 - Guida alla compilazione delle SDS (seconda parte)

- Coerenza delle informazioni contenute in una SDS
- Confluenza dei dati contenuti in una SDS nella Classificazione del prodotto

Ore 15.30
Coffee break


Ore 15.45 - L’Etichetta di Pericolo

- Principali caratteristiche e contenuti
- Simboli di pericolo, Frasi di Rischio e Consigli di Prudenza
- Esempi Pratici di Compilazione di una SDS e di Etichettatura

Ore 16.30
- Spazio riservato alle domande dei partecipanti


Ore 17.00
- Test di valutazione apprendimento


Ore 17.30
-  Chiusura del corso



NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo


Docente:
Dott. Gabriele Scibilia (Flashpoint)
Consulente in "Corporate strategy REACH" e
Docente del corso "REACH: l’impatto delle sostanze chimiche nell’ambiente e nei luoghi di lavoro" presso l'Università di Pisa

Quota di partecipazione:
€ 400,00 + IVA 20%  (sono previsti degli sconti per chi si iscrive entro 2 settimane dalla data del corso)

Orario:
9.00-17.30

Date e Sedi di svolgimento:

  • 12 Maggio 2010 a MILANO- presso ABACUS Hotel di Sesto San Giovanni (MILANO)
  • 25 Maggio 2010 a ROMA - presso Grand Hotel TIBERIO di ROMA
  • 09 Giugno 2010 a ASCOLI PICENO - presso "Sala Conferenze di Salute e Benessere"- via S. Giovanni snc - SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
  • 15 Giugno 2010 a FIRENZE - presso Hotel MICHELANGELO di FIRENZE

Per maggiori informazioni:
Referente Agenzia Formativa Flashpoint:
Dott.ssa Elisabetta Elia

Telefono: 050.716.900
Fax: 050.716.922
E-Mail: e.elia@flashpointsrl.com


Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della SDS scheda iscrizione-2010.

La SDS scheda di iscrizione_clienti DGSA-CP-2010
è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.



SDS_Scheda 2010.pdf


                                   Corso di Formazione "Disposizioni del Regolamento REACH n 1907/2006"


Il nuovo Regolamento REACh (n. 1907/2006) è in vigore dal 1° giugno 2007.
Riguarda, a vario titolo, tutti i settori che utilizzano dei “chemicals”: Produttori, Importatori, Formulatori e Utilizzatori a valle di sostanze e preparati chimici.
Le aziende devono adeguarsi alle nuove dinamiche commerciali che si stanno sviluppando, con particolare attenzione agli acquisti delle materie prime e dei prodotti.
Durante il corso di formazione verranno messi in evidenza gli aspetti pratici e l’impatto economico per acquisti/vendita dei “chemicals”.
Verrà lasciato ampio spazio al dibattito per i quesiti dei partecipanti.

→ All’inizio del corso sarà consegnata ai partecipanti la dispensa sul Regolamento REACH.
→  Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
→  A tutti i partecipanti verrà rilasciato l'attestato di partecipazione Flashpoint.



Durata:
1 giorno

Costo: € 400.00 + IVA

Date e luoghi anno 2009

MESE

GIORNO

SEDE DI SVOLGIMENTO

PROV.
     










Docente
Dott. Gabriele Scibilia (Flashpoint)
Consulente in "Corporate strategy REACH" e
Docente del corso "REACH: l’impatto delle sostanze chimiche nell’ambiente e nei luoghi di lavoro" presso l'Università degli Studi di Pisa


Per informazioni contattateci allo 050 716900 o scriveteci a corsi@flashpointsrl.com


Programma

Ore 9.00  Registrazione dei partecipanti

Ore 9.15  Introduzione al REACH

La normativa prima del Regolamento
La finalità e l'ambito di applicazione
L’ Agenzia Chimica Europea
La registrazione delle sostanze: l'obbligo di registrazione ed il principio "No Data No Market"
Le sostanze considerate registrate
Le diposizioni per le registrazioni
Lo scadenziario degli adempimenti

Ore 10.15 Altri adempimenti per il REACH

La valutazione delle sostanze chimiche
Sostanze soggette ad "Autorizzazione"
Le restrizioni relative alla fabbricazione, all'immissione sul mercato e all'uso di alcune sostanze e preparati pericolosi
L'autorità competente italiana ed il CSC - Centro nazionale sostanze chimiche

Ore 11.00  Coffee Break

Ore 11.15 Le informazioni nella catena di approvvigionamento (UP/DOWN)

La condivisione dei dati e le disposizioni per evitare sperimentazioni superflue: consorzi e sief
Le Schede Dati di Sicurezza: la conformità dei contenuti
Obbligo di fornire informazioni a valle della catena di approvvigionamento per le sostanze in quanto tali o componenti di preparati per le quali non è prescritta una scheda dati di sicurezza
Obbligo di fornire informazioni a monte della catena di approvvigionamento
Inventario delle Classificazioni ed Etichettature

Ore 12.40 Spazio riservato al dibattito per i quesiti dei partecipanti sugli argomenti trattati

Ore 13.00 Pausa pranzo

Ore 14.30 REACH in action

Le azioni preliminari per prepararsi alla registrazione: le sostanze phase-in e non phase-in
Il coinvolgimento del Management nella gestione del REACH
I rapporti fra produttori/importatori ed utilizzatori
L'importanza dei contratti con i fornitori dopo l'entrata in vigore del REACH
Il prossimo Regolamento GHS e le sue connessioni con il REACH

Ore 15.30  Coffe Break

Ore 15.45 I costi per le imprese, approfondimenti ed esempi pratici

Le possibili nuove dinamiche commerciali in vista del REACH
La gestione degli articoli contenenti sostanze chimiche
I polimeri ed i No Longer Polymers (NLP)
Esempi di applicazione REACH: sostanze, preparati ed articoli

Ore 17.00 Spazio riservato al dibattito e analisi di casi aziendali

Ore 17.30 Test di valutazione apprendimento

Ore 18.00 Chiusura della giornata


NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo

Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della REACH scheda 2009.

La REACH scheda DGSA-CP 2009
è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.


Corso di Formazione 
“TRASPORTO MULTIMODALE DI MERCI PERICOLOSE”

ADR 2009 / IMDG 2008/ IATA 2010

8 Giugno 2010 - Milano


L'intermodalità o multimodalità consiste nell'utilizzo di due o più sistemi di trasporto, che si articolano in strutture come strade, rotte aeree o marittime, resi tra loro compatibili dall'impiego coordinato di dispositivi, quali i containers, adatti sia allo spostamento che al deposito.
Il trasporto multimodale viene così considerato il più efficiente in quanto riduce i costi e i tempi di trasporto delle merci oltre che efficace perchè riesce a realizzare gli scopi prefissati.

  • All’inizio del corso sarà consegnato a tutti i partecipanti una dispensa sugli argomenti trattati.
  • Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
  • A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione Flashpoint.


Obiettivi:
Mettere in luce tutti gli aspetti pratici da affrontare per una spedizione che coinvolge le tre modalità di trasporto: stradale (ADR), marittimo (IMDG) e aereo (IATA). Vengono sviluppati temi riguardanti la scelta dell’imballaggio più idoneo, le segnalazioni da apporre sui colli, i sovrimballaggi e la documentazione da produrre.

Destinatari:
aziende speditrici coinvolte nel trasporto multimodale (strada/aereo, strada/mare), trasportatori, spedizionieri



Programma:
Ore 9.00 - Registrazione dei partecipanti

Ore 9.15 - La struttura delle normative di riferimento del trasporto di merci pericolose:
- Trasporto stradale – ADR Ed. 2009
- Trasporto marittimo – IMDG Code Ed. 2008
- Trasporto aereo – (DGR) IATA Ed. 2010
Le classi delle merci pericolose
Confronto dei criteri di classificazione (ADR/IMDG/IATA):
- Materie “MARINE POLLUTANT” (IMDG)
- Materie Magnetiche (IATA)
Come consultare le liste delle merci pericolose
- Confronti tra le liste ADR/IMDG
- Confronti tra le liste ADR/IATA
Imballaggi/IBC: marcatura
- Confezionamento delle merci pericolose secondo i tre regolamenti (ADR/IMDG/IATA)
- Imballaggi ammessi per il trasporto stradale, ma vietati per il trasporto marittimo/aereo
- Disposizioni ulteriori per il confezionamento secondo il regolamento IATA
- La gestione degli imballaggi (verifica, durata...)

Ore 11.00 - Coffee break

Ore 11.15 - Le segnalazioni sugli imballaggi: marchi ed etichette:
- Etichette di pericolo per tutte le modalità di trasporto (ADR/IMDG/IATA)
- Etichette specifiche per il trasporto marittimo

- Etichette specifiche per il trasporto aereo
- Imballaggi inferiori a 450 l e IBC
Disposizioni per i “SOVRIMBALLAGGI”
- Disposizioni generali
- Disposizioni particolari per il trasporto aereo

Come gestire le esenzioni nel trasporto multimodale:
- Trasporto in “Quantità Limitata” e in "Quantità Esenti"nella modalità strada/mare
- Trasporto in “Quantità Limitata” e in "Quantità Esenti" nella modalità strada/aereo
- Trasporto stradale (ADR): unità di trasporto in esenzione secondo 1.1.3.6
Il container nel trasporto strada/mare:
- Le specifiche del container – approvazione e ispezioni periodiche
Trasporto strada / mare
- Segnalazione delle unità di carico
- Segnalazione dei veicoli per il trasporto in colli, alla rinfusa e in cisterna

Ore 12.45 - Colazione di lavoro

Ore 14.00 - Documentazione trasporto stradale (ADR):
- Il documento di trasporto
- Le istruzioni scritte (tremcard)
Documentazione trasporto marittimo (IMDG)
- La Multimodal Dangerous Goods Form (IMDG)
- Certificato di carico di un contenitore o di un veicolo
Documentazione trasporto aereo (IATA)
- La Shipper’s Declaration (IATA)

Ore 15.30 - Coffee break

Ore 15.45 - Casi pratici:
Trasporto di merce pericolosa in colli – strada/mare
- Classificazione di una materia pericolosa (individuazione della classe, Numero ONU, Gruppo di Imballaggio), Scelta dell’imballaggio idoneo, Etichettatura ed iscrizioni, Scelta del   container e sua segnalazione, Compilazione dei Documenti di Trasporto
Trasporto di merce pericolosa in colli – strada/aereo
- Classificazione di una materia pericolosa (individuazione della classe, Numero ONU, Gruppo di Imballaggio), Scelta dell’imballaggio idoneo (Passenger and Cargo Aircraft / Cargo Aircraft Only), Etichettatura ed iscrizioni, Compilazione dei Documenti di Trasporto
Trasporto di merce pericolosa in cisterna – strada/mare
- Classificazione di una materia pericolosa (individuazione della classe, Numero ONU, Gruppo di Imballaggio), Scelta del veicolo cisterna idoneo, Segnalazione veicolo, Compilazione dei Documenti di Trasporto

Ore 16.15 - Spazio riservato alle domande dei partecipanti

Ore 16.45 - Test di valutazione apprendimento

Ore 17.30 - Chiusura del corso


NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo



Docente:
Dott. Roberto Albano (Flashpoint)

Quota di partecipazione:
€ 380,00 + IVA 20%  (sono previsti degli sconti per chi si iscrive entro 2 settimane dalla data del corso)

Orario:
9.00-17.30

Date e Sedi di svolgimento:

  • 8 Giugno 2010 a MILANO- presso ABACUS Hotel di Sesto San Giovanni (MILANO)

Per maggiori informazioni:
Referente Agenzia Formativa Flashpoint:
Dott.ssa Elisabetta Elia

Telefono: 050.716.900
Fax: 050.716.922
E-Mail: e.elia@flashpointsrl.com



Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della "MULTI_scheda 2010".

La scheda "MULTI_scheda 2010 DGSA-CP" è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.



MULTI_Scheda 2010_rev.0.pdf
E’ stato pubblicato il Regolamento (CE) N. 1272/2008 (G.U. dell’Unione Europea L353 del 31/12/2008) relativo alla classificazione, all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele che modifica e abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE e che modifica il REACH.

Il regolamento armonizza i criteri per la classificazione delle sostanze e delle miscele e le norme relative all'etichettatura e all'imballaggio delle sostanze e delle miscele pericolose, recependo nel diritto comunitario i criteri del GHS concordati sul piano internazionale (“GHS”: Globally Harmonised System of Classification and Labelling of Chemicals).

Il Regolamento 1272/2008 abroga le direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE con effetto dal 1° giugno 2015.
Fino al 1° dicembre 2010 le sostanze saranno classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 67/548/CEE, mentre le miscele saranno classificate, etichettate e imballate in conformità della direttiva 1999/45/CE fino al 1° giugno 2015.
Si evidenzia che le sostanze e le miscele potranno, rispettivamente prima del 1/12/2010 e del 1/06/2015, essere classificate, etichettate e imballate in conformità al nuovo regolamento. In tal caso non si applicheranno le disposizioni in materia di etichettatura e imballaggio delle direttive 67/548/CEE e 1999/45/CE.

Per adeguare la normativa vigente al nuovo regolamento n. 1272/2008 è stata pubblicata:
- la Direttiva 2008/112/CE (G.U. dell’Unione Europea L345 del 23/12/2008) che modifica le direttive del Consiglio 76/768/CEE, 88/378/CEE, 1999/13/CE e le direttive del Parlamento europeo e del Consiglio 2000/53/CE, 2002/96/CE e 2004/42/CE
- il Regolamento (CE) N. 1336/2008 (G.U. dell’Unione Europea L354 del 31/12/2008) che modifica il regolamento (CE) n. 648/2004

Il Regolamento 1272/2008 è scaricabile dall'indirizzo:
http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2008:353:0001:1355:IT:PDF
Direttiva_2008_112_ce.pdf
Dopo la chiusura natalizia per i lavori di manutenzione è di nuovo operativo il portale REACH-IT.
Con la versione aggiornata:
- sono nuovamente attivi i pre-SIEFs
- è stata aggiunta la possibilità di registrarsi in REACH-IT anche per i Data Holders e gli Interested Third Parties
- è stata abilitata la pre-registrazione “in ritardo” secondo quanto previsto dall’articolo 28 (6) del REACH, che può essere sfruttata solo da quanti hanno raggiunto successivamente al 1 dicembre 2008 la soglia di 1 t/anno di sostanza phase-in importata/ prodotta.

Segnaliamo, infine, che l’ECHA ha pubblicato il 19 dicembre 2008 la lista delle sostanze pre-registrate, che contiene circa 150.000 sostanze pre-registrate tra il 1° giugno e il 1° dicembre 2008.
L’Agenzia ECHA non ha ancora completato la verifica di tutte pre-registrazioni ricevute, sarà quindi pubblicata in seguito una lista revisionata che conterrà solo le pre-registrazioni validate.

La lista è consultabile all'indirizzo http://apps.echa.europa.eu/preregistered/pre-registered-sub.aspx.
E’ stata pubblicata la Decisione 2008/962/CE del 15 dicembre 2008 (G.U. dell’Unione Europea L340 del 19/12/2008) che proroga la validità dei criteri ecologici per l’assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica dei prodotti:

- prodotti di tessuto-carta (proroga al 4 gennaio 2010)
- televisori (proroga al 31 ottobre 2009)
- prodotti tessili e materassi da letto (proroga al 31 dicembre 2009)
- carta per copia, carta grafica, personal computer e computer portatili (proroga al 31 maggio 2010)
Decisione_2008_962_ce.pdf

 
Corso di Formazione 
“GESTIONE DEL TRASPORTO DI RIFIUTI PERICOLOSI"
in colli e cisterne



20 Maggio 2010 - Milano


Il corso è rivolto a formare e qualificare gli operatori coinvolti nel trasporto di rifiuti pericolosi. Saranno affrontati temi riguardanti: il confezionamento dei rifiuti, la loro etichettatura, le iscrizioni da riportare sui colli, l’idoneità dei veicoli per il loro trasporto, la compilazione del Documento di Trasporto e quant’altro deve essere conosciuto per effettuare un trasporto di essi in conformità alla normativa ADR 2009.

  • All’inizio del corso sarà consegnato a tutti i partecipanti una dispensa sugli argomenti trattati.
  • Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
  • A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione Flashpoint.

Obiettivi:
Qualificare tutti gli operatori coinvolti nella filiera del trasporto dei rifiuti pericolosi.

Destinatari:
Aziende speditrici e trasportatori coinvolti nel trasporto di rifiuti pericolosi in colli e cisterne.


Programma:


Ore 9.00 -
Registrazione dei partecipanti

Ore 9.15 - Aspetti generali dell’accordo ADR:
- Cos'è l'ADR
- Criteri di classificazione per le classi di pericolo 3. 6.1, 8
- Classificazione di materie che presentano più rischi
- Lista delle materie pericolose

Ore 10.00 - Rifiuti e merci pericolose:
- Definizione di rifiuto pericoloso
- Caratteristiche di pericolosità
- Limiti per le sostanze pericolose
- Metodi di prova
- Ecotossicità
- Aspetti di gestione specifici per i rifiuti ADR

Ore 11.15 - Coffee break

Ore 11.30 - Spedizioni in regime ADR:
- Modalità di trasporto
- Spedizioni in colli: scelta degli imballaggi, etichettatura, iscrizione, uso sovrimballaggi, IBC, gestione degli IBC
- Spedizioni in "quantità limitata"
- Spedizioni secondo 1.1.3.6
- Spedizioni in cisterna

Ore 12.45 - Colazione di lavoro

Ore 14.00 - Documentazione ai fini ADR:
- Il documento di trasporto
- Formulario identificativo di rifiuto integrato
- DDT imballaggi vuoti
- Istruzioni scritte

Ore 15.00 - Dotazione e segnalazione dei veicoli:
- Le dotazioni obbligatorie per i veicoli che trasportano rifiuti soggetti all’ADR
- Dotazioni richieste per spedizioni secondo l’1.1.3.6
- Segnalazione dei veicoli (pannelli arancione)

Ore 15.30 - Coffee break

Ore 15.45 - Esempi pratici di spedizione di rifiuti pericolosi:
- Spedizione in cisterna
- Spedizione in colli

Ore 16.15 - Spazio riservato ad eventuali domande dei partecipanti

Ore 16.45 - Test di valutazione apprendimento

Ore 17.30 - Chiusura del corso

NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo

Docente:
Dott. Roberto Albano (Flashpoint)

Quota di partecipazione:
€ 380,00 + IVA 20%  (sono previsti degli sconti per chi si iscrive entro 2 settimane dalla data del corso)

Orario:
9.00-17.30

Date e Sedi di svolgimento:

  • 20 Maggio 2010 a MILANO- presso ABACUS Hotel di Sesto San Giovanni (MILANO)

Per maggiori informazioni:
Referente Agenzia Formativa Flashpoint:
Dott.ssa Elisabetta Elia

Telefono: 050.716.900
Fax: 050.716.922
E-Mail: e.elia@flashpointsrl.com



Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della "RIF_scheda iscrizione-2010".

La scheda "RIF_scheda iscrizione-DGSA-CP-2010" è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.


RIF_Scheda 2010_rev.0.pdf

                              
Corso di Formazione Pratico "Nuovo IATA Ed. 2009"
                                    Spedizioni Aeree delle Merci Pericolose in Colli


Il corso organizzato da Flashpoint si propone di fornire un’adeguata formazione di base, teorica e pratica, sulle prescrizioni contenute nel Dangerous Goods Regulations (DGR) IATA Ed. 2009 inerenti il confezionamento, l’etichettatura, le iscrizioni da riportare sui colli, la compilazione della Shipper’s Declaration e quant’altro deve essere conosciuto per effettuare spedizioni aeree conformi alla norma.
  • All’inizio del corso sarà consegnato a tutti i partecipanti una dispensa sugli argomenti trattati.
  • Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
  • A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione Flashpoint.

Durata:
1 giorno

Costo: € 380,00 + IVA

Date e luoghi anno 2009

MESE

GIORNO

SEDE DI SVOLGIMENTO

PROV.

       


Docente
Dott. Roberto Albano - Flashpoint S.r.l.

Per informazioni contattateci allo 050 716900 o scriveteci a corsi@flashpointsrl.com




Programma

Ore 9.00 - Registrazione dei partecipanti

Ore 9.15 La struttura del Dangerous Goods Regulations (DGR) IATA Ed. 2009
Le principali novità introdotte con la nuova edizione
Classificazione di pericolosità per il trasporto delle merci via aerea

Classi di merci pericolose
Classificazione di sostanze miscele e soluzioni, criteri per l’assegnazione del numero ONU e del gruppo di imballaggio
Le materie pericolose per l’ambiente (Novità Ed. 2009)
I numeri ONU, le rubriche singole e collettive
Il grado di pericolosità
Lista delle materie: come consultare il DGR IATA
Tabella 4.2: Lista delle merci pericolose
Scelta degli imballaggi idonei
Imballaggi consentiti tipologie e omologazione

Ore 11.00 Coffee Break

Ore 11.15 Marchi ed etichettature degli imballaggi
Etichettatura degli imballaggi e iscrizioni
La gestione degli imballaggi (verifica, durata...)
Utilizzo di Overpack (Sovrimballaggi)
Merci pericolose diverse in un unico imballaggio esterno: il calcolo del “valore Q”
Trasporto in Quantità Limitata
Imballaggi per spedizioni in Quantità Limitata
Etichettatura degli imballaggi e iscrizione per spedizioni in Quantità Limitata
Trasporto in Quantità Esente – La nuova segnalazione (Ed. 2009)
Documentazioni
La Shipper’s Declaration

Ore 12.45 Pausa pranzo

Ore 14.00 Esempi pratici di compilazione Shipper’s Declaration:
Collo idoneo per aereo passeggeri
Collo CAO (idoneo solo per aereo cargo)
Collo in esenzione per quantità limitata
Utilizzo di overpack (Sovrimballaggi)
Merci pericolose diverse in un unico imballaggio esterno

Ore 15.30 Coffee Break

Ore 15.45 Esempi pratici di segnalazione collo nei vari casi:
Collo idoneo per aereo passeggeri
Collo CAO (idoneo solo per aereo cargo)
Collo in esenzione per quantità limitata
Collo in quantità esente
Utilizzo di overpack (Sovrimballaggi)
Merci pericolose diverse in un unico imballaggio esterno

Ore 16.15 Spazio riservato alle domande dei partecipanti

Ore 16.45 Test di valutazione apprendimento

Ore 17.30 - Chiusura del corso

NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo

Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della "IATA_scheda 2009" allegata in fondo alla pagina. 

La scheda "IATA_scheda 2009 DGSA-CP" è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.
  

Corso di Formazione
“A.D.R. 2009”
      BASE (rif. 1.3.2.1 ADR) e SECURITY (rif. 1.10.2.1 ADR)

 

10 Giugno 2010 - BOLOGNA


Il trasporto su strada di merci pericolose è regolamentato dall'accordo internazionale ADR, che è stato siglato la prima volta a Ginevra il 30 settembre 1957 come European Agreement concerning the International Carriage of Dangerous Goods by Road. Con tale accordo la maggior parte degli Stati europei hanno convenuto alcune regole comuni per il trasporto di merci pericolose su strada sul loro territorio e all’attraversamento delle frontiere.
Tutti ii soggetti coinvolti nel trasferimento di merci pericolose (speditore, caricatore, trasportatore, destinatario) hanno i loro precisi doveri, a partire dallo speditore (indicato anche come mittente) che deve provvedere, oltre alla classificazione delle merci, anche alla scelta degli imballaggi (o dei contenitori o delle cisterne) appropriati in relazione alle caratteristiche di pericolosità delle merci e a fornire al trasportatore tutti i documenti necessari per poter effettuare il trasporto a regola d'arte e in sicurezza.

Il testo è aggiornato ogni due anni e dal 1o gennaio 2009 è entrata in vigore l'ultima edizione delll’ADR 2009.


Obiettivi:

Offrire una formazione di base, teorica e pratica, e in materia di security sulle prescrizioni contenute nell’accordo europeo che regola il confezionamento, l’etichettatura e il trasporto stradale delle merci pericolose.

Destinatari:

Tutti gli operatori coinvolti nel trasporto, carico e scarico, di merci pericolose secondo gli obblighi previsti dall’Accordo ADR.


  • All’inizio del corso sarà consegnato a tutti i partecipanti una dispensa sugli argomenti trattati.
  • Al termine del corso verrà effettuato un test di apprendimento sugli argomenti trattati.
  • A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione Flashpoint.



Programma:

    Ore 9.00 - Registrazione dei partecipanti

    Ore 9.15 - La struttura dell’ADR:
    - Campo di applicazione della normativa ADR
    - Classi di merci pericolose
    - Classificazione di sostanze miscele e soluzioni, criteri per l’assegnazione del numero ONU e del gruppo di imballaggio e le relative novità introdotte con l’ADR 2009
    - I numeri ONU, le rubriche singole e collettive
    - Il grado di pericolosità
    - Lista delle materie: come consultare l’ADR
    - Tabella A: Lista delle merci pericolose
    - Imballaggi/IBC: marcatura
    - Imballaggi consentiti tipologie e omologazione
    - IBC consentiti tipologie e omologazione
    - La gestione degli imballaggi (verifica, durata...)

    Ore 11.00
    - Coffee break

    Ore 11.15 - Marchi ed etichettature di imballaggi
    - Imballaggi inferiori a 450 l
    - IBC
    - Disposizioni per i “SOVRIMBALLAGGI”
    - Trasporto in “Quantità limitata”
    - Spedizioni in Quantità Limitata – Le novità con l’ADR 2009
    - Etichettatura degli imballaggi e iscrizione per spedizioni in Quantità Limitata
    - Trasporto in “Quantità esenti”
    - Confezionamento e Spedizioni in Quantità esenti – Novità dell'ADR 2009
    - La spedizione in esenzione secondo l’1.1.3.6
    - Esenzione per l’unità di carico
    - Trasporto in cisterna
    - Cenni sulle disposizioni per il trasporto in cisterna


    Ore 12.45
    - Colazione di lavoro

    Ore 14.00 - Documentazione
    - Il documento di trasporto
    - Il documento di trasporto internazionale
    - Il documento di trasporto per spedizioni in esenzione parziale
    - Il documento di trasporto per cisterne
    - Il documento di trasporto per imballaggi vuoti non bonificati
    - Il documento di trasporto per cisterne vuote non bonificate
    - Le nuove istruzioni scritte (tremcard) –
    Le novità con l'ADR 2009
    - Dotazioni obbligatorie per il trasporto in ADR
    - Mezzi di estinzione incendio
    - Dotazioni obbligatorie
    - Dispositivi di protezione individuale e attrezzatura indicate nelle Istruzioni Scritte
    - Segnalazione dei veicoli
    - Trasporto in colli
    - Trasporto alla rinfusa o in cisterna
    - Ultime modifiche introdotte al Codice della Strada
    - Sanzioni applicabili in caso di violazioni accertate durante il trasporto di merci pericolose.


    Ore 15.00 - Restrizioni alla circolazione nelle “gallerie” – Le Novità dell'ADR 2009
    - Classificazione delle gallerie stradali: le categorie
    - Segnaletica stradale sulle restrizioni delle gallerie
    - Classificazione delle merci pericolose in base alle categorie delle gallerie
    - Esenzioni dalle restrizioni alla circolazione nelle gallerie
    - Disposizioni generali sulla Security (rif. 1.10.2.1)
    - Natura dei rischi relativi alla Security
    - Metodologie per ridurre i rischi relativi alla Security
    - Disposizioni generali concernenti la Security (Responsabilità, Identificazione trasportatori, Depositi e soste, Identificazione equipaggio veicoli)
    - Esenzioni dalle disposizioni concernenti la Security


    Ore 15.30 - Coffee break

    Ore 15.45 - Esercitazione pratica
    - Classificazione di una materia pericolosa (individuazione della classe, Numero ONU, Gruppo di Imballaggio)
    - Scelta dell’imballaggio idoneo
    - Etichettatura ed iscrizioni
    - Compilazione del Documento di Trasporto
    - Applicazione delle Disposizioni generali sulla Security
    - Individuazione della categoria delle gallerie a cui la materia è soggetta a restrizioni alla circolazione.


    Ore 16.15
    - Spazio riservato alle domande dei partecipanti

    Ore 16.45
    - Test di valutazione apprendimento

    Ore 17.30
    - Chiusura del corso

    NOTA: l’ordine degli argomenti trattati è da considerarsi puramente indicativo


Docente:
Dott. Roberto Albano (Flashpoint)

Quota di partecipazione:
€ 380,00 + IVA 20%  (sono previsti degli sconti per chi si iscrive entro 2 settimane dalla data del corso)

Orario:
9.00-17.30

Date e Sedi di svolgimento:


Per maggiori informazioni:
Referente Agenzia Formativa Flashpoint:
Dott.ssa Elisabetta Elia

Telefono: 050.716.900
Fax: 050.716.922
E-Mail: e.elia@flashpointsrl.com



    Per l’iscrizione al Corso di formazione servirsi della Scheda di iscrizione: "ADR_scheda 2010" allegata in fondo alla pagina.

    La scheda d'iscrizione "ADR_scheda DGSA-CP 2010" è riservata esclusivamente ai clienti Flashpoint che hanno un contratto DGSA o Check Point.

ADR_Scheda 2010.pdf

Sottocategorie

2017 - © Flashpoint s.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Partita IVA 01479600502

Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)
Tel. (+39) 050/716.900 - Fax (+39) 050/716.920 - email: info@flashpointsrl.com
P.zza F. Caltagirone, 75 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel. (+39) 02/660.43197 - Fax (+39) 02/612.97647
Cap.soc. 50.000 € i.v. - Reg. Impr. di Pisa 7606 - C.CI.A.A R.E.A PI 130782
Sede legale: Via Norvegia, 56 int. 20 - 56021 Cascina (PI)

 Disclaimer & Privacy Codice Etico Sitemap Credits

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico.