Gli obblighi di redazione della Scheda Dati di Sicurezza (SDS) sono contenuti nell’art. 31 del Regolamento REACH mentre le prescrizioni specifiche per la compilazione delle 16 sezioni sono contenute nel Regolamento UE 2015/830.

Il Fornitore di una sostanza o di una miscela classificata come pericolosa secondo il Regolamento CLP ha l’obbligo di fornire una SDS al destinatario nella/e lingua/e ufficiale/i dello Stato membro in cui avviene l’immissione sul mercato.

Ogni attore della catena di approvvigionamento che ha l’obbligo di effettuare una Valutazione della Sicurezza Chimica (CSA, Chemical Safety Assessment) per una sostanza, deve accertarsi che le informazioni in essa contenute siano coerenti con quelle contenute nella SDS. La Relazione sulla Sicurezza Chimica (CSR, Chemical Safety Report) contiene le informazioni concernenti gli scenari di esposizione (ES) per gli usi identificati della sostanza. Tali scenari sono allegati alla SDS che viene pertanto denominata SDS estesa (eSDS).

L’utilizzatore a valle deve dunque includere i pertinenti scenari di esposizione, estratti dalla SDS ricevuta dal proprio Fornitore, nella propria SDS per gli usi identificati, ovvero per i quali abbia trasmesso le informazioni all’attore che lo precede nella supply chain ai sensi dell’art. 37 di REACH.

In conformità alle disposizioni sopra citate Flashpoint si occupa di:

Redazione della SDS, sia in lingua italiana che in tutte le lingue dei Paesi UE o della SIS per i prodotti non pericolosi
Gestione ed aggiornamento degli Scenari Espositivi delle materie prime (analisi e mappatura degli usi, valutazione della copertura degli usi identificati, estrazione degli scenari pertinenti)
Consegna automatizzata e certificata, archiviazione e conservazione delle SDS tramite il sistema Liburna SDS.

Hai bisogno di supporto per la gestione delle tue SDS? Scrivici!
Usa il form in fondo a questa pagina e verrai ricontattato al più presto.