Calendario Corsi

Ogni data contrassegnata da un quadrato colorato prevede un corso, clicca su tale data per vedere di che corso si tratta!

Legenda
Corso SDS support Corso sulle Notifiche armonizzate di miscele pericolose e UFI Corso Carico: norme per il corretto fissaggio Master per la certificazione Responsabile Schede Dati di Sicurezza (RSDS) Master per la certificazione dell’Esperto Sistema Rifiuti (ESR) Corso preparazione all’Esame di Consulente ADR Corso IMDG Code ed. 2018 Corso ADR 2019: trasporto stradale di merci pericolose Corso utilizzo degli Scenari di Esposizione Corso DGR IATA 2019
CHIUDI

Principali Novità dall’ECHA – Giugno 2012

Moltissime le novità, tra queste: pubblicato un esempio illustrativo di Relazione sulla Sicurezza Chimica, la traduzione in italiano della guida aggiornata sui monomeri e polimeri, lanciata una una nuova form online dedicata agli utilizzatori a valle che devono notificare ad ECHA gli usi non coperti dallo scenario di esposizione ricevuto dal proprio fornitore …

Downstream user report: disponibile form online

ECHA ha creato un modo più semplice per gli utilizzatori a valle di comunicare i propri usi all’Agenzia. E’ infatti disponibile una nuova form che consente ai downstream users di notificare ad ECHA gli usi non coperti dallo scenario di esposizione ricevuto dal proprio fornitore senza dover utilizzare IUCLID.
Per maggiori informazioni ecco la nuova pagina del sito ECHA: http://echa.europa.eu/

CSR: ECHA pubblica un esempio illustrativo

ECHA ha pubblicato un esempio di CSR (Relazione sulla Sicurezza Chimica – Chemical Safety Report). La nuova pubblicazione fornisce suggerimenti e consigli ai dichiaranti su come evitare di incorrere in errori e migliorare la qualità delle informazioni presentate. Si ricorda che i dichiaranti sono tenuti a presentare un CSR come parte del loro fascicolo di registrazione per le sostanze fabbricate o importate in quantità pari a 10 tonnellate o più all’anno. L’esempio di CSR pubblicato è relativo a un’ipotetica sostanza organica monocostituente usata principalmente in rivestimenti e vernici.

Candidate List: nuovo aggiornamento a breve

Il Comitato degli Stati Membri ha concordato all’unanimità sull’identificazione di 5 nuove sostanze altamente problematiche (SVHC) che sono:

  • Diboron trioxide
  • C.I. Basic violet 3
  • C.I. Basic blue 26
  • C.I. Solvent blue 4
  • 4,4′-bis(dimethylamino)-4”-(methylamino)trityl alcohol

(NB: questi ultimi 4 coloranti sono da identificarsi come SVHC solo se la concentrazione di impurezze di Michler’s ketone o Michler’s base è uguale o maggiore a 0,1%)
Le 5 sostanze sopra elencate saranno inserite a breve in candidate list insieme con altre 8 sostanze per le quali non è stato necessario il coinvolgimento del Comitato degli Stati Membri.

Disponibile la traduzione della Guida ai monomeri e i polimeri

Pubblicata la traduzione della versione 2.0 della Guida per i monomeri e i polimeri.

ECHA’s seventh Stakeholders’ Day

Lo scorso 23 maggio si è tenuta ad Helsinki la settima giornata dedicata da ECHA agli stakeholder, ovvero a tutte le parti interessate dal REACH.
La giornata è stata incentrata su tre aspetti: le fasi preparatorie per la prossima scadenza di registrazione del 31 maggio 2013, i riscontri ottenuti dalla valutazione dei fascicoli di registrazione presentati nel 2010 e le richieste di autorizzazione. È possibile seguire la registrazione degli interventi all’indirizzo http://echa.europa.eu/

Preregistrazione tardiva per 100-1000t/anno non più possibile!

Come già segnalato nella nostra newsletter di aprile, lo scorso 31 maggio è venuta meno la possibilità di preregistrare “tardivamente” le sostanze da registrarsi entro il 31 maggio 2013.
Le aziende che si trovano a importare o produrre una sostanza in quantità pari o superiori a 100 t/anno sono tenute a sottoporre all’ECHA una richiesta (enquiry) e a registrare la sostanza prima di potere produrre o importare la stessa.
Le sostanze che devono essere registrate entro il termine previsto dal Regolamento REACH per il 2018, vale a dire le sostanze prodotte o importate per la prima volta in quantità compresa tra 1 e 100 tonnellate l’anno e non classificate come CMR, possono essere ancora preregistrate “tardivamente” entro sei mesi dalla prima produzione o importazione.

Nuovi aggiornamenti per i nanomateriali

Pubblicati tre nuovi allegati, in aggiornamento dei capitoli R.8, R.10 e R.14 della Guida sui requisiti informativi e la valutazione della sicurezza chimica (IR&CSA). Questi tre nuovi allegati forniscono ulteriori raccomandazioni per la registrazione di nanomateriali (solo in inglese).
Per quanti si trovano nel delicato compito di dover registrare dei nanomateriali segnaliamo anche la pagina di approfondimento pubblicata sul sito della Commissione europea.

Pubblicate informazioni sulle sostanze notificate ai sensi della Direttiva 67/548/CEE

Prima che entrasse in vigore il REACH le aziende avevano l’obbligo di notificare le “nuove” sostanze a norma della Direttiva 67/548/CEE (Notification of New Substances – NONS).
Tali notifiche sono considerate a tutti gli effetti come registrazioni nell’ambito di REACH.
ECHA ha iniziato a rendere disponibili sul proprio sito web le informazioni contenute nelle notifiche NONS. Poiché tali notifiche sono state inizialmente presentate in un formato diverso da quello attuale, le informazioni saranno rilasciate con un approccio graduale.
Maggiori informazioni all’indirizzo http://echa.europa.eu

Disponibile IUCLID 5.4

Disponibile la versione di IUCLID 5.4.
ECHA raccomanda a tutte le aziende e alle Autorità di scaricare la nuova versione ma è importante notare che, fino all’aggiornamento di REACH-IT previsto per luglio, l’invio dei dossier dovrà obbligatoriamente essere effettuato utilizzando ancora la precedente versione IUCLID5.3. Per maggiori informazioni si segnalano le FAQ sul sito di IUCLID.
Come già anticipato lo scorso mese, con la nuova versione di IUCLID saranno resi pubblici molti più dati, tra cui l’identificativo dei registranti. Si segnalano a tal proposito le Q&A relative alle nuove funzionalità che avrà il sito di disseminazione dell’ECHA nonché le modalità per richiedere la confidenzialità dei dati inviati con il dossier di registrazione.

Articoli contenenti SVHC: attenzione alla deadline per la notifica!

Tutte le aziende produttrici o importatrici di articoli che contengono sostanze altamente problematiche inserite in candidate list hanno l’obbligo di effettuare una notifica se rientrano nelle condizioni specificate dall’articolo 7(2) del regolamento REACH.
La notifica di sostanze contenute in articoli deve essere presentata al più tardi 6 mesi dopo la loro inclusione nell’elenco delle sostanze candidate a essere riconosciute come sostanze estremamente preoccupanti per l’autorizzazione. Il prossimo 19 giugno scade il termine entro cui dovranno essere effettuate le notifiche relative alle 20 sostanze inserite in candidate list lo scorso dicembre.

SME: calcolo dimensione aziendale

Disponibili le registrazioni del webinar dello scorso 11 giugno organizzato dall’ECHA. Tale webinar è stato incentrato su come attribuire correttamente la dimensione aziendale ai fini del REACH. Si segnala in particolare la presentazione SME VERIFICATION che fornisce esempi concreti di corretta attribuzione della company size.

Nuova proposta di restrizione

Pubblicata una proposta di restrizione per la sostanza:
1-methyl-2-pyrrolidone (NMP) : EC Number 212-828-1 – CAS Number 872-50-4

Le informazioni sono tratte da http://echa.europa.eu

Vuoi saperne di più?

Contatta un nostro consulente